Connettiti con noi

Cerca articoli o argomenti

Cronaca

Blitz dei carabinieri alle” Case Zancle” di Tremonti

Un importante intervento dei carabinieri è stato portato avanti, dalle 17 di ieri, alle “Case Zancle” di Tremonti, un condominio di alloggi popolari della periferia nord. Questa zona è da sempre fatiscente e nel degrado, motivo per il quale le autorità hanno deciso di agire per risanare e rendere vivibile questa zona di Messina. Durante il blitz, gli uomini dell’Arma, con il supporto del nucleo unità cinofile, hanno fatto irruzione all’interno di un garage e di una cantina. Questa azione mirata è stata volta alla ricerca di sostanze stupefacenti. Sul posto erano presenti quattro auto dei carabinieri, a testimonianza dell’importanza e della delicatezza dell’operazione. Le “Case Zancle” di Tremonti sono purtroppo,da tempo, una zona problematica, caratterizzata da un alto tasso di degrado e anche di criminalità. Le autorità, consapevoli di questa situazione, stanno intensificando gli sforzi per combattere la presenza di sostanze stupefacenti e illegali all’interno di questo complesso abitativo. L’intervento dei carabinieri è solo uno dei tanti passi compiuti per ridurre il degrado e migliorare la sicurezza  e la vivibilità nella zona. È importante che le istituzioni continuino a monitorare da vicino la situazione e a intraprendere azioni mirate per contrastare il problema.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LEGGI ANCHE

Attualità

Quaranta ristoratori delle Isole Eolie si sono riuniti in associazione per promuovere nei loro locali

Cronaca

“La notizia dei furbetti scovati nelle ultime prove concorsuali da casa dovrebbe spingere l’Amministrazione a far effettuare le prossime prove esclusivamente in presenza

Cultura

Si sta affermando l’idea di una pax all’interno dell’Università di Messina

Advertisement

Copyright © 2023 | Testata giornalistica on-line d'informazione | Registrazione Tribunale di Messina n.12/2002 | P.I. IT02680760838 | Direttore Editoriale: Lillo Zaffino | Direttore Responsabile: Dario Buonfiglio