Cerca articoli o argomenti

Attualità

Ponte di Messina, indetta al Mit la Conferenza dei Servizi istruttoria. La nota di Invece del ponte

Si tratta del primo passo operativo che segna l’inizio delle attività per la messa a punto dei cantieri entro l’anno

L’iter burocratico per l’avvio dei lavori per il ponte sullo Stretto di Messina è ai nastri di partenza: il prossimo 16 aprile, alle 11, è stata indetta al Mit la Conferenza dei Servizi istruttoria. Al tavolo sono invitati a partecipare tutti i ministeri e le Amministrazioni Statali interessati, le Regioni Calabria e Siciliana, i comuni, nonché gli enti gestori delle reti infrastrutturali (gas ed energia, ad esempio) destinatari delle eventuali interferenze. A tutti sarà messa a disposizione la documentazione progettuale, in modo da permettere la più ampia partecipazione e le valutazioni del caso. Si tratta del primo passo operativo che segna l’inizio delle attività per la messa a punto dei cantieri entro l’anno. Il vicepremier e ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti che segue con attenzione, fin dal suo insediamento, il dossier, si è dichiarato molto soddisfatto e fiducioso che il confronto porti alla definizione delle attività nel più breve tempo possibile. Così recita la nota del Mit.

Di seguito la nota di Invece del ponte:
Apprendiamo dell’avvio della Conferenza dei servizi che verrà insediata il 16 aprile, appena due giorni dopo del termine assegnato per la presentazione delle osservazioni al progetto da parte di tutti gli interessati. E, secondo il Ministro Salvini, “Si tratta del primo passo operativo che segna
l’inizio delle attività per la messa a punto dei cantieri entro l’anno”.
Consigliamo all’ufficio stampa del Ministero di correggere il tiro: la convocazione della conferenza dei servizi non segna alcun “inizio di attività per la messa a punto dei cantieri”.
Al contrario inizia l’attività di valutazione, discussione, integrazione ed eventuale, possibile, respingimento del progetto.
Le Istituzioni che rappresentano i territori convocate nella Conferenza non sono passacarte al servizio di un possibile “regalo ai privati” (parola di ANAC). Sono enti che hanno il potere e il dovere di esprimersi con totale libertà di valutazione e giudizio su una proposta di progetto vecchio,
sbagliato, dannoso, non qualificabile né approvabile come “definitivo”.
Il Ministero non ponga il mondo  alla rovescia: i progetti devono essere a servizio di cittadini e dei  territori, non i cittadini e i territori a servizio di un progetto imposto dall’alto per strani (e sbagliati) disegni elettorali.
Di questo e altro Invece del ponte parlerà in una conferenza stampa convocata per il prossimo 4 aprile alle 11 al salone delle Bandiere del Municipio di Messina.
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LEGGI ANCHE

Attualità

Centinaia di docenti, dalla scuola dell'infanzia all'università, in servizio e in pensione, delle due sponde dello Stretto e da varie parti d'Italia, lanciano un...

Attualità

L’Associazione invita il Comune a esprimere parere negativo e convocare un Consiglio Comunale urgente

Politica

Messina, in particolare, avrà una ricaduta estremamente positiva per la mobilità e per il risanamento di tante sue aree degradate

Advertisement

Copyright © 2024 | Testata giornalistica on-line d'informazione | Registrazione Tribunale di Messina n.12/2002 | P.I. IT02680760838 | Direttore Editoriale: Lillo Zaffino | Direttore Responsabile: Dario Buonfiglio