Seguici

Cerca nel sito

Politica

Messina. Dafne Musolino: Barresi ossessionato dal sindaco De Luca cerca di sminuire i risultati raggiunti. La replica

“Dopo 4 mesi di immotivata attesa e rinvii attendisti, il Consiglio Comunale ieri sera ha approvato il Piano Tari 2022

 

“Dopo 4 mesi di immotivata attesa e rinvii attendisti, il Consiglio Comunale ieri sera ha approvato il Piano Tari 2022, che consentirà di mantenere il sistema della RD porta a porta sostenendo i costi per lo smaltimento dell’indifferenziato che sono aumentati a causa della incapacità dell’amministrazione regionale di realizzare gli impianti pubblici.

L’approvazione del Piano TARI 2022 consentirà inoltre di stabilizzare i 147 operatori che ogni giorno, da tre anni, svolgono il servizio di RD e grazie ai quali Messina può vantare il primato di unica Città Metropolitana della Sicilia, ed unica città del Sud Italia, ad avere esteso il servizio di RD su tutto il territorio comunale. La stabilizzazione dei 147 operatori è un obiettivo sul quale la Giunta De Luca ha lavorato già dal luglio 2021, quando sempre il Consiglio Comunale si rifiutò di approvare il Piano TARI 2021 e dunque nessuno si permetta di prendersi il merito di queste assunzioni, che si inseriscono nella programmazione aziendale proposta dal Cda della Società ed approvata dal Socio Unico Comune di Messina, rappresentato dall’allora Sindaco Cateno De Luca e che ha inciso sugli aumenti della TARI 2022 che, lo ripetiamo, sono imputabili alla crisi degli impianti regionali per lo smaltimento dei rifiuti.

Al solito sindacalista dei trasporti, Michele Barresi, che cerca, anche questa volta, di sminuire il grande traguardo della RD accusando l’amministrazione De Luca di avere aumentato il costo della TARI di 9 milioni, consigliamo nuovamente – come già avevamo fatto il mese scorso – di studiare meglio: la TARI 2022, se non ci fosse stata la crisi degli impianti dei rifiuti, quest’anno sarebbe diminuita del 4% grazie all’emersione delle utenze fantasma, costi della stabilizzazione compresi. Mentre Legambiente celebra l’amministrazione De Luca per i risultati raggiunti, riconoscendo per ben due volte e pubblicamente il grande risultato della RD, Barresi – tradito dalla sua ossessione contro il Sindaco De Luca – compie l’ennesimo scivolone dimostrando che ciò che gli sta più a cuore è la contrapposizione politica a discapito dei diritti dei lavoratori e dello stesso benessere della comunità.”

La replica 

Constatiamo come, al solito, la replica monotona e stonata dell’ex assessora Musolino non riesca a smentire il dato oggettivo che la Uiltrasporti ha evidenziato- replica Michele Barresi segretario generale Uilt –  cioè l’aumento di 10 milioni di euro nella Tari riscontrato sulle tasche dei messinesi nei quattro anni di amministrazione De Luca. Non si tratta di ossessione, ma di mantenere viva la memoria per ricordare, anche alla distratta assessora, che proprio l’ex sindaco De Luca nel 2019 annunciava alla città la riduzione della Tari del 30% entro il 2021, per poi invece aumentarla anno per anno. Capiamo che quando la Uiltrasporti ricorda la veritàquesto dispiaccia a chi vive di propaganda,  ma rivendichiamo la coerenza di aver sempre evidenziato la carenza della pianta organica di MessinaServizi poi ampiamente acclarata da tutti e rimaniamo l’unica organizzazione sindacale a non aver sottoscritto una organizzazione aziendale non adatta alla città. Con buona pace della ex assessora restiamo vigili a tutela di lavoratori e cittadini e, per rispetto del Consiglio Comunale, che con senso di responsabilità si è assunto l’onere di approvare l’aumento Tari e la stabilizzazione dei lavoratori, continuiamo a evidenziare  che parte degli oneri Tari dipendono anche dalla cattiva gestione e dalla mancata programmazione del porta a porta e che anche con  la stabilizzazione delle 147 maestranze ancora l’azienda rimane carente di personale addetto allo spazzamento e al verde, entrambi settori in cui la città è stata a lungo trascurata in questi anni di amministrazione De Luca. 

Commenta la notizia

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LEGGI ANCHE

Cronaca

In merito alle dichiarazioni di Filt -Cgil, Uilt, Faisa ed Ugl, che dicono di non avere aderito alle motivazioni dello sciopero dei proclamanti contro...

Politica

La legge regionale limita al Sindaco, agli Assessori comunali, e al Presidente del Consiglio Comunale l’adeguamento delle rispettive indennità

Politica

Garantire un servizio di trasporto che non penalizzi cittadini residenti in territori meno favoriti

Pubblicità

Copyright © 2022 | Testata giornalistica on-line d'informazione | Registrazione Tribunale di Messina n.12/2002 | P.I. IT02680760838 | Direttore Editoriale: Lillo Zaffino | Direttore Responsabile: Dario Buonfiglio