Connettiti con noi

Cerca articoli o argomenti

Cronaca

La Fipe Confcommercio Messina aderisce alla campagna nazionale “Bollette in vetrina” lanciata da Fipe

Una grande operazione di trasparenza

La Fipe Confcommercio Messina aderisce alla campagna nazionale “Bollette in vetrina” lanciata da Fipe. Una grande operazione di trasparenza con l’obiettivo di mostrare ai cittadini e agli avventori di bar e ristoranti in quale situazione drammatica le imprese sono costrette ad operare a causa del caro bollette che ha di fatto triplicato i costi delle utenze facendoli lievitare del 300 per cento. Nei prossimi giorni i gestori dei pubblici esercizi associati a Fipe-Confcommercio riceveranno una cornice da appendere nei propri locali, per mettere in bella vista le ultime bollette del gas e dell’energia elettrica. “Fino a questo momento – spiega Carmelo Picciotto presidente Fipe Messina – i pubblici esercizi messinesi hanno cercato di ammortizzare i costi extra senza scaricarli sulla clientela. Oggi però il sistema non è più sostenibile. Siamo al collasso, con bollette che in molti casi sforano i duemila euro al mese, anche per esercizi piuttosto piccoli. E’ necessario che i cittadini conoscano lo sforzo sovrumano che le piccole imprese hanno fin qui sostenuto e che comprendano il perché tale sforzo non è più sostenibile. Bisogna immediatamente correre ai ripari, per questo – conclude Picciotto – ci uniamo al grido dall’allarme della Federazione Nazionale perché venga immediatamente esteso il credito di imposta anche alle imprese non energivore e non gasivore per coprire gli aumenti e venga concessa la possibilità di rateizzare le bollette”. “Senza correttivi – conclude il presidente Fipe Messina – le aziende saranno costrette a scaricare sulla clientela i costi di gestione con il conseguente aumento dei prezzi.”

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LEGGI ANCHE

Società

"Servono strumenti per rilanciare le attività commerciali ed artigianali”

Società

Un’iniziativa che rientra nel più ampio progetto “Un posto da Chiamare Casa”

Cronaca

Occupazione al femminile e sviluppo. Sono 14 le persone assunte nel punto vendita che Tigotà ha inaugurato a Messina, 11 sono donne con un’età media...

Advertisement

Copyright © 2023 | Testata giornalistica on-line d'informazione | Registrazione Tribunale di Messina n.12/2002 | P.I. IT02680760838 | Direttore Editoriale: Lillo Zaffino | Direttore Responsabile: Dario Buonfiglio