Cerca articoli o argomenti

Sport

La Fortitudo Messina cade sul parquet della capolista Orlandina per 90-68

Il parziale decisivo proprio nell’ultima parte di gara

La Fortitudo Messina cade sul parquet della capolista Orlandina per 90-68, subendo il parziale decisivo proprio nell’ultima parte di gara. Nonostante la differenza tra i due roster, i neroverdi sono rimasti agganciati agli avversari, toccando il -6 sul 47-41 e il -8 sul 72-64, prima di incassare il 18-4 che ha chiuso i conti nella fase finale del match. Doppia cifra per Marinelli, Scozzaro e Tagliano, miglior realizzatore di squadra con 15 punti.

Coach Claudio Cavalieri sceglie Giannullo, Tagliano, Simone Cavalieri, Nnabuife e Marinelli nel quintetto iniziale, ma l’Orlandina parte subito con le marce alte e scappa sul 10-2 dopo tre minuti di gioco che diventa 13-3 con la tripla di Gatti. Giannullo da tre e Tagliano interrompono il break locale (13-8), ma dopo i liberi di Cavalieri e Kader, sono Gatti (top scorer dell’incontro con 20 punti) Moltrasio e Palermo a firmare il +11 sul 24-13. Ancora Kader da sotto realizza il 24-15 che chiude il primo quarto.

Costante botta e risposta nel secondo parziale, prima tra Marinelli e Douglas Marini, poi tra Moltrasio, Scozzaro e Cavalieri per il 32-25. Distanza di sette punti che di fatto non cambierà fino all’intervallo lungo: Fortitudo a segno con i 7 punti di Tagliano, il canestro da 2 di Nnabuife e la tripla di Giannullo per il 44-37 finale. Secondo quarto che premia la voglia dei neroverdi, “vittoriosi” nel parziale per 22-20.

Avvio di terzo quarto non entusiasmante con tante palle perse da una parte e dall’altra e percentuali non irresistibili. Un bel canestro di Giannullo e i liberi di Nnabuife valgono il -6 sul 47-41, ma l’Orlandina mette pressione anche agli arbitri e la Fortitudo va subito in bonus nel quarto. Parziale di 20-5 per i palatini che volano sul 67-46 stringendo le maglie in difesa e sfruttando un paio di contropiedi con Douglas Marini, le triple di Gatti e i canestri di Palermo. Nel momento più difficile, però, la Fortitudo tira fuori gli artigli e piazza un contro parziale di 9-1 confezionato da Marinelli (4 punti), Kader e Scozzaro, con una tripla sulla sirena, per il 68-55.

L’ultimo parziale si apre con i canestri dalla lunga distanza di Mentonelli, Cavalieri e Scozzaro. Poi Marinelli fa 2/3 dalla lunetta e la Fortitudo arriva al -8 sul 72-64 (break aperto di 5-18). L’Orlandina capisce che il momento è delicato e piazza la spallata decisiva: 5 punti di Gatti e 2 di Mentonelli per il 79-64. Tagliano accorcia per due volte sul -13 (81-68), ma i tirrenici chiudono il conto con un parziale finale di 9-0 che vale il 90-68.

Orlandina Basket-Fortitudo Messina 90-68
(24-15, 44-37, 68-55, 90-68)

Orlandina Basket: Moltrasio 16, Agbortabi 9, Mentonelli 6, Mascherpa 4, Favali 5, Palermo 12, Jasaitis 5, L. Marini, D. Marini 13, A. Collovà, L. Collovà, Gatti 20. All.: Bolignano.

Fortitudo Messina: Marinelli 13, Scozzaro 11, Di Mauro, S. Cavalieri 7, Caporossi, Nnabuife 7, Giannullo 8, Uzun, Giovani, Molonia, Kader 7, Tagliano 15. All. C. Cavalieri.

Arbitri: Calogero Cappello di Porto Empedocle e Arturo Tartamella di Trapani

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LEGA PRO GIRONE C

LEGGI ANCHE

Sport

I pugliesi vincono sul parquet della Cittadella sportiva dell’Annunziata

Sport

Simone Cavalieri e Scozzaro, si arrendono per 79-73 al termine di una partita ben giocata ed estremamente equilibrata

Sport

I peloritani confermano la netta sensazione di non essere inferiori agli avversari

Sport

Un successo voluto, ottenuto di squadra e che ripaga i giovani neroverdi e l’intera società

Advertisement

Copyright © 2024 | Testata giornalistica on-line d'informazione | Registrazione Tribunale di Messina n.12/2002 | P.I. IT02680760838 | Direttore Editoriale: Lillo Zaffino | Direttore Responsabile: Dario Buonfiglio