Seguici

Cerca nel sito

Sport

Gold e Gold Messina, cuore e coraggio, rimonta e vince gara due. Domenica a Palermo si gioca la serie B

Supera il Green Palermo per 82-80 e riporta in parità la serie di finale dei playoff

In un PalaMili gremito ed entusiasta, la Gold & Gold Messina supera il Green Palermo per 82-80 e riporta inparità la serie di finale dei playoff del campionato di serie C Gold, Memorial Haitem Fathallah. Una prestazione tutta cuore quella dei ragazzi allenati da Pippo Sidoti, capaci di rimontare un gap di 17 punti che avrebbe stroncato chiunque. Ma la grande voglia di rivalsa, dopo la sconfitta in gara uno, era troppo forte. Trascinati da un immenso Busco, dal rinfrancato Scerbinskis (3 punti nel primo tempo e 17 nel secondo), da Manfrè, tornato finalmente ai suoi livelli, dalla certezza Gotelli, dallo stoico Mazzullo, i giallorossi centrano un successo storico che li rimette in gioco per la conquista della serie B, al termine di una sfida equilibrata, risolta nei secondi finali. Bene anche Yusuf, con due inchiodate spaventose ha mandato in visibilio il pubblico, il genio e la follia di Pandolfie il grande cuore di Nino Sidoti che batte dentro questa squadra. E’ stata la vittoria di un gruppo straordinario, che coach Sidoti ha rimesso in carreggiata, proprio quando tutto sembrava perso. Il passaggio alla marcatura a zona ha cambiato il match, Palermo ha perso le sue certezze e Messina ha iniziato a scalare una montagna irta di difficoltà, piantando la bandiera giallorossa sulla vetta con merito. Anche il Green avrebbe meritato per quanto mostrato sul parquet di Mili, come dimenticare super Caronna (29 punti), il mai domo Ronconi (13), l’inossidabile Dimarco (13), l’imprevedibilità di Sindoni (10) la sfrontatezza del giovaneMoltrasio (7)e il mestiere di Lombardo (6). Adesso tutto è rimandato alla “bella” del PalaMangano, la squadra di Verderosa ha dalla sua anche il fattore campo e lo vorrà sfruttare al massimo. La Gold & Gold sapeva già dall’inizio di questa serie che avrebbe dovuto vincere una partita in trasferta: è arrivato il momento di farlo!

Prima della gara, alla presenza della presidentessa del comitato siciliano della FIP, Cristina Correnti, la Basket School, rappresentata da Patrizia Samiani, ha ritirato la maglia numero 13 di Haitem Fathallah, consegnata a Laura, sorella dell’indimenticabile playmaker empedoclino e a Chiara Tartaglia, fidanzata di Haitem.La breve cerimonia si è conclusa con la consegna del premio a Federico Manfrè, giocatore che ha incarnato le doti tecniche, umane, il sorriso, la gentilezza, la bontà di Haitem.

Le due squadre iniziano subito forte, meglio la Gold & Gold che risponde con un parziale di 7-0 al canestro in apertura di Ronconi. Manfrè (2/2) e Scerbinskis (3/3) dalla lunetta e il fadeaway di Busco, mentre Lombardo è già gravato di due falli.Sul 7-2contro-break biancoverde con Caronna che elude la guardia di Yusuf e segna. Dimarco, imbeccato da Moltrasio, piazza la tripla del pareggio. Ancora Caronna con due liberi per il nuovo vantaggio ospite (7-9), ma Nino Sidoti risponde con un bel tiro in allontanamento e poi tocca a Yusuf completare un gioco da tre per il 12-9. Il solito Caronna riavvicina i suoi, Manfrè segna dalla media e dopo il libero di Busco, Dimarco ed Elia ai liberi impattano sul 15-15. Uno su due di Nino Sidoti e poi Yusuf, inchiodata potente, per il 18-15. Si riavvicina il Green con Sindoni dalla lunetta, arrivano i primi punti di Gotelli (2/2) e l’onnipresente Caronna fissa il punteggio sul 20-19, dopo un rimbalzo. Il secondo periodo si apre con la tripla ben costruita di Lombardo, Yusuf pareggia con una schiacciata da urlo. Il jumper di Ronconi per il nuovo vantaggio esterno. Scerbinskis, un po’ appannato fa 0/2 ai liberi, commette poi fallo su Dimarco e Pippo Sidoti lo richiama in panchina, in campo Manfrè già gravato di due falli. Caronna porta a +4 Palermo, la triplona di Pandolfi dall’angolo e la seguente stoppata su Lombardo infiammano il PalaMili. Gotelli sfrutta il tagliafuori di Mazzullo: è sorpasso Basket School che con Busco dalla lunetta va sul 29-26. Break di 8-0 firmato Ronconi, Caronna e Lombardo, Green a +5. Mazzullo da sotto e Manfrè in penetrazione, Messina a-1. Caronna non sbaglia, lo stesso fa Manfrè che pareggia dall’arco (36-36). Nel finale del tempo Dimarco con sei punti regala al Green un vantaggio di 5 lunghezze. Si va al riposo sul 37-42.

Si torna sul parquet e il Green va a +7 con il solito Caronna (2/2). La tripla di Manfrè illude Messina, infatti i biancoverdi piazzano un break di 10-0, i canestri di Ronconi e Sindoni e due triple consecutive di Moltrasio e Sindoni, costringono coach Sidoti al time out. Messina subisce ancora dall’arco con Moltrasio (40-57). Scerbinskis, fino a quel momento in ombra, si sblocca dalla lunetta (4/5), poi segna i primi suoi due punti dal campo. La bomba di Gotelli riporta a -8 la Gold & Gold che adesso ci crede. Time out chiesto da coach Verderosa, ma la rincorsa dei peloritani non si ferma. Il libero di Manfrè e due canestri consecutivi di Busco, ripotano Messina in partita (54-57): il PalaMili è una bolgia. Caronna interrompe il predominio messinese con un gioco da tre (canestro più aggiuntivo), la tripla di Gotelli dimezza lo svantaggio, Scerbinskis in velocità appoggia il canestro del -1 e Pandolfi pareggia dalla lunetta. Dopo il libero di Moltrasio Scerbinskis dalla lunetta riporta in vantaggio la Basket School che vola sul +4 con l’ennesima tripla di Gotelli. Caronna fa 1/2 dalla lunetta per il 65-62 che chiude il terzo periodo. Ultimo quarto vietato ai deboli di cuore. Caronna pareggia con un gioco da tre, poi mette altri due punti. Busco pareggia e Gotelli non sbaglia dalla linea della carità. Break di 9-0 per il Green propiziato da Dimarco, Caronna e Ronconi, ma Messina non molla. Gotelli, Manfrè e Scerbinskis rimettono a posto le cose (75-75). Caronna è un rebus per i giallorossi, ma Scerbinskisè tornato il cecchino di sempre e con una bomba firma il nuovo sorpasso. Time out Green, Busco conquista un rimbalzo fondamentale, e sull’azione successiva è ancora il bomber lettone a colpire, quando mancano 16 secondi alla fine (80-77). Il più sembra fatto, ma la tripla di Sindoni vale il pari. A quattro secondi e mezzo dalla fine Busco guadagna due tiri liberi, dalla lunetta il “gatto” non sbaglia: 82-80. Messina non fa tirare gli avversari e conquista la vittoria tra l’entusiasmo dei suoi tifosi: il sogno serie B continua. Domenica al PalaMangano sarà il giorno della verità.

Gold & Gold Messina – Green Basket Palermo 82-80

Parziali: 20-19, 17-23 (37-42), 28-20 (65-62), 17-18.

Gold & Gold Messina: Scerbinskis 20, Scimone n.e., Mazzullo 2, Pandolfi 4, Yusuf 7, Gotelli 17, Tartamella n.e., Sidoti A. 3, Busco 14, Doria n.e. Manfrè 15, Sidoti M. n.e.. Allenatore: Pippo Sidoti. Assistente: Francesco Paladina

Green Basket Palermo: Bruno, Maisano n.e., Simaitis, Moltrasio 7, Dimarco 13, Lombardo 6, Elia 2, Audino n.e., Ronconi 13, Sindoni 10, Caronna 29, Vucenovic. Allenatore: Marco Verderosa

Arbitri: Paolo Filesi e Matteo Filesi di Chiaramonte Gulfi (RG)

 

Commenta la notizia

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Risultati

LEGA PRO GIRONE C

LEGGI ANCHE

Sport

71-73 dopo una partita gagliarda

Sport

Il primo tempo è equilibrato, con le due squadre che accusano il cald

Sport

Dopo quattro intense stagioni

Pubblicità

Copyright © 2022 | Testata giornalistica on-line d'informazione | Registrazione Tribunale di Messina n.12/2002 | P.I. IT02680760838 | Direttore Editoriale: Lillo Zaffino | Direttore Responsabile: Dario Buonfiglio