Seguici

Cerca nel sito

Sport

Al Messina Volley il derby cittadino con il Cus Unime Akademia per 3-1

In un “PalaRescifina” gremito in ogni ordine di posto

Il Messina Volley si aggiudica il derby con il CusUnime della 4ª giornata del Campionato di Serie C femminile FIPAV per 3-1. In un “PalaRescifina” gremito in ogni ordine di posto, le ragazze allenate da mister Danilo Cacopardo riscattano la sconfitta subita la scorsa settimana in terra etnea contro la Cyclopis e si rilanciano il classica al terzo posto con 8 punti. Le peloritane vanno avanti di due set, concedono il terzo alle avversarie, ma ritornano compatte nel quarto per conquistare 3 punti preziosi in chiave classifica. Primo set che comincia in equilibrio fino allo strappo giallo-blu (+3; 6-3) caratterizzato da quattro acuti consecutivi della centrale Giulia Spadaro. Le ospiti accusano il colpo e l’altra centrale, del team diretto da Mario Rizzo, Sara Arena piazza il +5 (11-6). Mister Laganà chiama time-out, che però non sortisce gli effetti sperati visto che il Messina Volley sigla un break di ben 7 punti (+12; 18-6) con due ace di capitan Francesca Cannizzaro, la palla a terra di Giovanna Biancuzzo e il pallonetto di Michela Laganà. Un punto dalla battuta di quest’ultima marca il +14 (23-9) con coach Laganà a chiamare la seconda pausa. Al rientro De Francesco accorcia (-13; 23-10), ma il Messina Volley chiude il parziale (25-10) a proprio favore. Secondo che parte con le ospiti a testa bassa (+3; 0-3) grazie a due acuti di Migale. Il Messina Volley si ricompatta e tre ace di Arena ribaltano la situazione (+1; 4-3). Le padrone di casa dilagano e siglano il +4 (9-4) con Spadaro. Mister Laganà chiama la pausa e due punti di De Francesco accorciano a -1 (9-8). G. Biancuzzo e GìuliaMondello danno il +6 (16-10) alle locali e si viaggia con questo elastico fino al -4 (23-19) siglato da Migale. Cannizzaro realizza il set-point (24-19) con l’allenatore ospite a chiamare time-out. Al rientro il pallonetto di Arena chiude il set a favore delle giallo-blu (25-19). Il parziale successivo vede le ospiti avanti di quattro lunghezze (1-5) grazie a due spunti di Migale. Mondello accorcia (-2; 4-6), ma il pallonetto di Maisano riporta le ospiti a +3 (4-7). Il pallonetto di G. Biancuzzostrova il -1 (10-11) con le due compagini ad andare avanti per il resto del set in un elastico di uno-due punti di distanza. Sul +3 ospite (18-21) mister Cacopardo chiama time-out ed al rientro il Messina Volley si porta a -1 (20-21) con il muro di Arena. Laganà chiama a sua volta la pausa e due punti di Migale dettano il 23-20 per le cussine. E’ di nuovo Cacopardo a chiedere time-out, ma al rientro Zingales e due volte De Francesco chiudono il parziale a favore delle ospiti (21-25) che accorciano le distanze in termini di set (2-1). Il quarto set parte il equilibrio fino al punto di Cannizzaro che piazza il +2 (6-4) per le padrone di casa. Il Cus pareggia e si viaggia punto a punto fino al break del Messina Volley che gli consente di ottenere il +4 (11-7) con G. Biancuzzo, il pallonetto di Arena, il muro di Laganà e l’ace in zona di conflitto di capitan Cannizzaro. Coach Laganà chiama la pausa, ma due punti di G. Biancuzzo aumentano il solco fra le due squadre (+6; 13-7). Il Cus reagisce e torna a -4 (14-10) e il set scivola più o meno con questo gap fino al punto di Arena a sancire il +5 (22-17). Il mister ospite chiede la sua seconda pausa con il punto di Migale a ridurre lo svantaggio ospite (-4; 22-18). Ancora Arena con due punti scrive il +6 (24-18) con Migale ad annullare il primo match-point (24-19). La schiacciata di Mondello chiude la partita (25-19) a favore del Messina Volley.“Secondo me abbiamo fatto bene i primi due set – commenta mister Cacopardo a fine partita – ed abbiamo fatto un miglioramento rispetto alle partite di Catania e Giarre dal punto di vista della continuità. Purtroppo questo non un problema che si può risolvere nell’arco di due partite, ma nella progressione degli allenamenti. Noi attualmente riusciamo a mantenere la concentrazione di gioco per una parte limitata della partita. Questa sera, dopo due set, siamo usciti dalla partita e fortunatamente siamo rimasti aggrappati al match. Poi il quarto set siamo stati bravi e secondo me la prova è molto positiva, però questo aspetto è il nostro primo obiettivo da migliorare”.“La partita è stata combattuta dall’inizio – ha aggiunto il centrale giallo-blu Arena – e noi non abbiamo sottovalutato l’avversario e neanche diminuito l’intensità. E’ logico che in partite come queste sono possibili dei cali di attenzione, però sono contenta che abbiamo ripreso la continuità. Siamo ancora alla quarta giornata e cercheremo di fare ancora meglio. Noi non ci accontentiamo, in quanto siamo in crescita e vogliamo crescere e di conseguenza passeremo le ore in palestra focalizzandoci su quei punti di debolezza per tramutarli in punti di forza”,     

Messina Volley – CusUnimeAkademia 3-1 (25-10; 25-19; 21-25; 25-19)

Messina Volley:Biancuzzo G. 7, De Grazia, Panarello 2, Mondello 16, Laganà 7, Perdichizzi, Sorbara, Cannizzaro (Cap.) 11, Raineri, Spadaro 10, Arena 15, Biancuzzo Y. (Lib. 1), Scarfì (Lib. 2). All. Cacopardo, 2° All. Rizzo

CusUnimeAkademia: Maisano 5, Currò 1, Arena, Zingales, Giamporcaro, Salvato 1, Gravagno (Cap.) 1, De Francesco 15, Alibrandi, Falconi 3. Mazzeo 1, Migale 11, Natoli (Lib. 1), Miduri (Lib. 2). All. Laganà, 2° All. Chitè.

Arbitri:Perdichizzi di Barcellona Pozzo di Gotto e Moltalbano di Messina

Commenta la notizia

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Risultati

LEGA PRO GIRONE C

LEGGI ANCHE

Sport

Un’autentica corazzata che dimostra che il primato in classifica lo merita tutto

Senza categoria

Consolida il terzo posto in classica

Sport

Il merito di aver giocato una partita di grande carattere contro un avversario di livello assoluto

Pubblicità

Copyright © 2022 | Testata giornalistica on-line d'informazione | Registrazione Tribunale di Messina n.12/2002 | P.I. IT02680760838 | Direttore Editoriale: Lillo Zaffino | Direttore Responsabile: Dario Buonfiglio