Seguici

Cerca nel sito

Politica

L’Italia si sposta a destra

Vince il Centrodestra . Netta affermazione di Giorgia Meloni di Fratelli d’Italia

Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, durante la conferenza stampa di Fratelli d’Italia per difendere la categoria dei balneari dalla direttiva europea Bolkestein, Roma, 23 febbraio 2021. ANSA/RICCARDO ANTIMIANI

 

 

In questa occasione i sondaggi non si sono sbagliati di molto. Il risultato previsto è stato confermato  dalle urne: gli italiani hanno consegnato il governo del Paese al Centrodestra  con più del 40% dei consensi.

Nella coalizione FdI  ha conseguito circa il 60 %, mentre FI e la Lega circa il 20% ciascuno: Silvio Berlusconi si è difeso , Matteo  Salvini ha perso. Nel  versante del centrosinistra : il PD è stato sconfitto non raggiungendo neanche la soglia del 20% , il minimo risultato richiesto da Enrico Letta.  Le forze politiche che  hanno lasciato il cosiddetto “campo largo” per affrontare la prova per proprio conto sono state premiate dagli elettori. Così il Movimento dei 5 stelle di Giuseppe Conte , di cui si pronosticava quasi la scomparsa, ha raggiunto un più che dignitoso 15% e il “Centro” di Carlo Calenda e Matteo Renzi si è attestato al circa 8%.

Ora, finito il clamore delle elezioni, è giunto il tempo di lavorare per governare un Paese prostrato da un insieme di problemi che devono essere affrontati con determinazione ed efficacia . La parola ora spetta al Capo dello Stato Sergio Matterella. La Costituzione, ma anche la prassi, prevede che dovrà incaricare una personalità con la missione di formare un Governo e acquisire  la fiducia del Parlamento .

Da italiano ”con un bocca al lupo” alla Meloni mi auguro che sia il migliore possibile.

Lillo Zaffino

 

 

 

 

Commenta la notizia

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LEGGI ANCHE

Attualità

La Giornata Internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne

Cronaca

In merito alle dichiarazioni di Filt -Cgil, Uilt, Faisa ed Ugl, che dicono di non avere aderito alle motivazioni dello sciopero dei proclamanti contro...

Politica

Con un’interrogazione urgente indirizzata al Presidente della Regione Siciliana Renato Schifani

Pubblicità

Copyright © 2022 | Testata giornalistica on-line d'informazione | Registrazione Tribunale di Messina n.12/2002 | P.I. IT02680760838 | Direttore Editoriale: Lillo Zaffino | Direttore Responsabile: Dario Buonfiglio