Seguici

Cerca nel sito

Cronaca

Prorogata di altri sei mesi l’amministrazione giudiziaria nei confronti della società’ “Caronte&Tourist ”

Lo ha deciso la Sezione misure di prevenzione del Tribunale di Reggio Calabria 

Lo ha deciso la Sezione misure di prevenzione del Tribunale di Reggio Calabria su richiesta del procuratore Giovanni Bombardieri e dei sostituti procuratori della Dda Stefano Musolino e Walter Ignazitto. L’amministrazione giudiziaria e’ stata disposta nel gennaio 2021 e questa e’ la terza proroga perche’ “sulla scorta della relazione delle amministratrici giudiziaria, – e’ scritto nel provvedimento emanato dai magistrati – si evince la necessita’ di completare il programma di sostegno alla societa’ amministrata, al fine di rimuovere le situazione di fatto e di diritto che, costituendo pericolo di infiltrazione criminale e di assoggettamento alle cosche di ‘ndrangheta operanti nel territorio calabrese, hanno determinato la misura”.

Per la prima volta il presidente del Tribunale Natina Prattico’ ha stabilito non solo l’amministrazione giudiziaria della società di navigazione ma anche “l’esonero della governance aziendale dalla gestione dei rapporti con fornitori di beni e servizi”. Il gruppo Franza, proprietario della Caronte, infatti è esonerato per i prossimi sei mesi dal gestire pure i “rapporti di cessione a terzi di beni e servizi aziendali”. Di tutto si dovranno occupare gli amministratori giudiziari che assumeranno così il controllo dei vari settori dell’azienda.

Commenta la notizia

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LEGGI ANCHE

Cronaca

Il sostituto procuratore Francesco Lo Gerfo ha infatti chiesto l’archiviazione per Paolo Toto

Cronaca

Il processo "Nebrodi" contro i clan dei pascolli

Cronaca

Vi sono dodici indagati nel procedimento penale aperto dalla Procura dI Barcellona Pozzo di Gotto per l’incendio, dello scorso 25 maggio a Stromboli, sul...

Pubblicità

Copyright © 2022 | Testata giornalistica on-line d'informazione | Registrazione Tribunale di Messina n.12/2002 | P.I. IT02680760838 | Direttore Editoriale: Lillo Zaffino | Direttore Responsabile: Dario Buonfiglio