Cerca articoli o argomenti

Attualità

Giuseppe Previti (DC) segnala la carenza di piantumazione di alberi nel centro cittadino

Qualche riflessione in merito alla nuova piantumazione

A seguire la nota d Giuseppe Previti V. Segtretario Comunale e Componente la Direzione Nazionale DC:
Restare al ..verde.
Senza nulla togliere ai meriti di questa Amministrazione in tema di politiche ambientali,
qualche riflessione in merito alla nuova piantumazione di alberi nel centro cittadino però
va fatta.
Non si capisce il perchè si lascia uno “spazio enorme (fig.1/2/3/4), per mettere a dimora i
nuovi alberi, mentre nel resto della città, nella parte bassa del Viale San Martino, per
esempio, (Fg 5/6) lo spazio dedicato è meno della metà. Lo stesso identico spazio è stato
utilizzato – sempre nella stessa via – per rimpiazzare gli alberi mancanti (Fg. 7/8) senza che
sia stato necessario allargare lo spazio dedicato come sta avvenendo in via Natoli e strade
adiacenti, o anche in via Colombo (Fg. 8 Bis) per citarne alcuni. Anche il sistema posto a
“difesa” della crescita dell’albero non ci pare sufficiente. Se si pensa che anche per
distrazione o per una manovra azzardata di qualche poco accorto automobilsta, gli assi
posti a sostegno saranno ben presto abbattuti, mentre il sistema usato sia sul Corso
Cavour (Fg. 9/10) o in altre vie, con una mezza luna di metallo a protezione è stato
certamente vincente.
Nelle strade del centro, oggetto dei nuovi interventi, immaginiamo che l’albero vada messo
a dimora dopo aver realizzato una idonea buca. Ad oggi, pur non vedendone nemmeno
una, riteniamo che sia messa già in conto, per cui non ci soffermiamo, augurando, inoltre,
che questo nuovo sistema di drenaggio sia “efficiente”. Aggiungiamo che lo spazio
dedicato, cosi come è stato realizzato, oltre a ridurre le aree di sosta a pagamento, con
minore entrate per l’erario, crea qualche difficoltà nel parcheggiare.
Ci auguriamo fortemente che la stessa attenzione sia rivolta anche nelle periferie, spesso
abbandonate al loro destino. Dal viale Giostra a Gazzi, ma tutti gli assi viari che conducono
in autostrada sono in pessime condizioni, ci sembrano lande deserte, “orfani” di alberi e/o
piante . Gli ultimi alberi messi a dimora lungo il viale Giostra risalgono agli anni ‘90, con
21 pini (uno è stato tagliato qualche anno fa). Poi il nulla. Aiuole ancora con cemento o
1
coperte da arbacce (Fg 11/12/13/14) mentre lo spartitraffico centrale è diventato una
pattumiera anzichè un’accogliente e lunga fioriera (Fg 15).
Molti spazi, sparsi un po ovunque in città, prima dimora di innocenti alberi, ora sono
“buchi neri”, in strada, nei marciapiedi, in aiuole, piccoli e/o grandi che chiedono giustizia.
(Fg.16/17)
Spazi adibiti al verde, come quelli adiacenti la villetta Gino Prudente (piazza Castronovo),
sia la parte a monte (lato viale Regina Elena) che lateralmento potrebbero ospitare alcuni
di questi alberi. Come gran parte delle aiuole sparse in città.
Il sistema dell’adozione, proposta già negli anni 90, quando ricoprivo il ruolo di Consigliere
Comunale, potrebbe essere esteso anche agli alberi adiacenti la propria abitazione, la
propria bottega, il proprio ufficio, negozio o centro commerciale che sia, ecc. , apponendovi
la targhetta dell’adottante.
Adesso non siamo qui a ricercar colpevoli. Non ci interessa. Chiediamo solo che da domani
mattina ci sia la necessaria e dovuta attenzione per tutte le periferie, che rappresentano,
come il sistema cardiovascolare, le arterie secondarie che portano al sistema cuore. Ma
alla fine, si sa, se non funzionano le arterie periferiche anche il cuore più sano si ammale e
muore.
Siamo fiduciosi che a tutto cio si può porre rimedio e confidiamo nell’Amministrazione
acchè ciò avvenga.
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LEGGI ANCHE

Cronaca

Complicata dalla chiusura di via Carrai a causa delle condizioni pericolanti di un muro

Cronaca

Si invita, pertanto, a voler dare le opportune disposizioni al Servizio di competenza

Cronaca

Una fogna rotta, da mesi, allaga la strada

Cronaca

"Brutta sorpresa l'altro ieri per i visitatori della sezione "ex uomini illustri" del Gran Camposanto, che si sono ritrovati gli ambienti totalmente allagati!"

Advertisement

Copyright © 2024 | Testata giornalistica on-line d'informazione | Registrazione Tribunale di Messina n.12/2002 | P.I. IT02680760838 | Direttore Editoriale: Lillo Zaffino | Direttore Responsabile: Dario Buonfiglio