Cerca articoli o argomenti

Sport

Nel derby dello Stretto, la Viola.di Reggio Calabria supera la Fortitudo Messina 94-73

Il black-out totale nella seconda metà del terzo quarto costa carissimo alla Fortitudo Messina che torna dalla trasferta di Reggio Calabria con una sconfitta per 94-73. Grande il rammarico per i neroverdi che incassano un parziale molto più ampio di quanto meritato sul campo, dopo 25’ giocati di fatto alla pari al cospetto della Viola. Un maxi-parziale di 27-4 spezza in due il corso del match, ma non cancella l’ottima impressione destata dai ragazzi di Claudio Cavalieri nella prima metà della gara. Top scorer dell’incontro è Danilo Tagliano, autore di 29 punti e fattore assoluto nella fase iniziale della partita; doppia cifra anche per Kader che chiude con 17 punti, 11 rimbalzi e 5 stoppate.

Fortitudo che inizia il match con il quintetto formato da Simone Cavalieri, Tagliano, Nnabuife, Mollica e Scozzaro. Il primo quarto è godibilissimo, i neroverdi partono subito con le marce alte trascinati da uno scatenato Danilo Tagliano che realizza 12 dei primi 14 punti di squadra, conducendo i suoi al vantaggio sull’11-14. Ottimi i dieci minuti iniziali della Fortitudo che trova anche due canestri di Nnabuife e i liberi di Mollica per il 15-20. La Viola rientra fino al 19-20 grazie alla consueta solidità di Tyrtyshnyk, ma è Kader a fissare il 19-22 con un 2/2 dalla linea dei liberi.

La Fortitudo approccia bene anche al secondo quarto: segna subito Simone Cavalieri, poi Kader inchioda due stoppate consecutive e i peloritani sentono di potersela giocare alla pari. Tap-in di Mollica, primo canestro della serata di Marinelli e quattro punti di Tagliano (con tecnico a Binelli) per il 27-31. La partita si accede, la Viola mette un paio di canestri pesanti, opera il primo sorpasso con Binelli sul 32-31 e poi allunga fino al 38-33 con i canestri di Seck e Mavric che completano un parziale di 11-2. Scozzaro e Kader tengono la Fortitudo in linea di galleggiamento, ma Reggio Calabria ha preso ritmo offensivo: tripla e liberi di Tyrtyshnyk per il 46-37 e, con Mollica gravato di tre falli, il divario rischia di allargarsi ulteriormente dopo il tecnico a coach Cavalieri che segue un netto fallo di piede di Maksimovic non sanzionato dagli arbitri. Il quarto, però, va in archivio con la schiacciata sulla sirena di Kader per il 47-39.

Al rientro dopo l’intervallo lungo va subito a segno Tagliano, ma la Viola resta sul pezzo e tocca il +10 sul 51-41. La Fortitudo non ci sta, ancora Tagliano (adesso a quota 20) e Giannullo pescano le due triple per il 51-47. Kader, che nel frattempo è arrivato a quota quattro stoppate, incassa il secondo fallo personale e accorcia anche a -3. Ma qui inizia lo show offensivo dei padroni di casa, trascinati da Aguzzoli (doppia cifra in questo momento del match come Mavric e Tyrtyshnyk), con la Fortitudo tenuta in viva dai due rimbalzi offensivi convertiti in altrettanti canestri da Kader. Saranno gli unici punti dei neroverdi nel maxi-parziale di 27-4 confezionato dalle bombe in serie di Tyrtyshnyk, Aguzzoli e Maksimovic, con l’ucraino che tocca quota 25 sul 78-52 che chiude il quarto dopo il tecnico comminato a Marinelli.

Partita, di fatto, ormai in cassaforte per i reggini. La Fortitudo torna a segnare in avvio di ultimo parziale con Mollica, Kader (cinque stoppate) e Cavalieri. La tripla di Tagliano vale l’81-62, ma di fatto non c’è più partita. Segnano ancora Kader, Cavalieri da tre e Cessel per i padroni di casa, mentre la Fortitudo manda sul parquet i giovanissimi Molonia, Giovani e Di Mauro. Altra tripla di Tagliano, miglior realizzatore dell’incontro con 29 punti, che nel finale ne approfitta per arrotondare lo score personale, e gara che va in archivio sul 94-73.

Viola Reggio Calabria-Fortitudo Messina 94-73
(19-22, 47-39, 78-52, 94-73)

Viola Reggio Calabria: Aguzzoli 17, Simonetti 10, Konteh 5, Maksimovic 7, Mavric 10, Mazza 2, Cessel 8, Seck 4, Binelli 6, Tyrtyshnyk 25, Russo. All. Cigarini.

Fortitudo Messina: Caporossi, Marinelli 4, Scozzaro 2, Di Mauro, S. Cavalieri 8, Nnabuife 4, Giannullo 3, Mollica 6, Giovani, Molonia, Kader 17, Tagliano 29. All. C. Cavalieri.

Arbitri: Daniele Barbagallo di Acireale e Federico Puglisi di Aci Catena

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LEGA PRO GIRONE C

LEGGI ANCHE

Sport

I pugliesi vincono sul parquet della Cittadella sportiva dell’Annunziata

Sport

Simone Cavalieri e Scozzaro, si arrendono per 79-73 al termine di una partita ben giocata ed estremamente equilibrata

Sport

I peloritani confermano la netta sensazione di non essere inferiori agli avversari

Sport

Un successo voluto, ottenuto di squadra e che ripaga i giovani neroverdi e l’intera società

Advertisement

Copyright © 2024 | Testata giornalistica on-line d'informazione | Registrazione Tribunale di Messina n.12/2002 | P.I. IT02680760838 | Direttore Editoriale: Lillo Zaffino | Direttore Responsabile: Dario Buonfiglio