Cerca articoli o argomenti

Sport

La Fortitudo Messina inizia il girone playout perdendo 77-68 in casa della Dinamo Brindisi

Un black-out nel secondo taglia le gambe ai messinesi

Un black-out nel secondo quarto taglia le gambe alla Fortitudo Messina che inizia il girone playout perdendo 77-68 in casa della Dinamo Brindisi. Al PalaZumbo, i neroverdi giocano una splendida partita e conquistano tre parziali su quattro, ma a incidere sul punteggio è il 27-7 dei secondi dieci minuti. Una prestazione incoraggiante e che dà fiducia al gruppo di Claudio Cavalieri al cospetto di una squadra quotata e che ha messo in mostra una grande organizzazione di gioco. Resta il rammarico alla Fortitudo che può comunque tornare a casa soddisfatta di quanto mostrato. Da segnalare i 15 rimbalzi catturati da Nnabuife, con i neroverdi che vincono la battaglia sotto le plance (45-34). Doppia cifra, poi, per Marinelli, Simone Cavalieri, Kader e Tagliano.

Quintetto iniziale fortitudino formato da Kader, Mollica, Cavalieri, Nnabuife e Tagliano. Brindisi parte forte con il 4-0 firmato da Jahna e Staselis, con i neroverdi che rispondono con Mollica, Cavalieri e Kader per il 4-6. Staselis infila cinque punti per i pugliesi, ma la Fortitudo vola sul 9-14 ancora con Cavalieri, Nnabuife e Marinelli. La Dinamo pareggia con la tripla di Pucci e il canestro di Fernandez Lang e il quarto va in archivio sul 14-16 grazie a Leonardo Marinelli.

Nel secondo parziale entra in scena Brunetti che inizia il proprio show personale pareggiando dalla lunetta. Fortitudo a segno con Caporossi, ma Brindisi scappa sul 23-18 con Pulli e Staselis. Kader infila la tripla del -2, ma i pugliesi piazzano un parziale di 7-0 in cui spiccano i cinque punti di Brunetti. Break interrotto da Nnabuife (30-23), ma Brunetti non sbaglia un colpo, tocca 15 punti nel quarto e firma il 36-23. Margine che si dilata fino al 41-23, con Jahna e Fernandez Lang che completano nell’ultimo minuto il decisivo 27-7.

La Fortitudo ha il pregio di restare mentalmente dentro la partita: Simone Cavalieri apre il terzo quarto con una tripla, poi segna in un costante botta e risposta fino al 48-33, con la Fortitudo che trova i punti di Tagliano e Caporossi. Brindisi allunga ancora con Staselis e Filipovic (massimo vantaggio sul 52-33), ma qui la Fortitudo piazza un parzialino di 2-9 firmato da Nnabuife, Tagliano (5 punti) e Simone Cavalieri che vale il rientro sul 54-42. I canestri finali di Jahna e Tagliano chiudono il quarto sul 56-44 e aprono la volata finale.

Tagliano segna i primi cinque punti della Fortitudo nell’ultimo quarto, con la Dinamo Brindisi che risponde con Brunetti e Fernandez Lang (61-49). Staselis da tre prova a ricacciare definitivamente indietro i neroverdi (64-50) che però piazzano un clamoroso parziale di 1-11, rientrando in partita sul 65-61. Segnano Kader, Tagliano dopo il tecnico a Brunetti, Marinelli e Cavalieri, ma tocca a Fernandez Lang realizzare la tripla del 68-61 che allontana la paura in casa brindisina e spegne le speranze dei neroverdi. Staselis allunga sul +9, la Fortitudo non molla, ma riesce solo a rientrare sul -7 con Kader prima e Marinelli poi (73-66). Fernandez Lang e Staselis firmano l’allungo sul 77-66, con il tabellino chiuso dal canestro di Marinelli del 77-68.

Dinamo Brindisi-Fortitudo Messina 77-68
(14-16, 41-23, 54-42, 77-68)

Dinamo Brindisi; Greco, Staselis 24, Epifani, Jahna, 12, Filipovic 3, Pulli 2, Paciullo, Mongelli, Brunetti 19, Calcagni, Fernandez Lang 14, Pucci 3. All. Cristofaro.

Fortitudo Messina: Caporossi 3, Marinelli 13, Catania, S. Cavalieri 15, Nnabuife 9, Scozzaro, Giannullo, Mollica 2, Giovani, Molonia, Kader 11, Tagliano 15. All. C. Cavalieri.

Arbitri: Lino Laveneziana di Monopoli ed Eros Marseglia di Mesagne

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LEGA PRO GIRONE C

LEGGI ANCHE

Sport

I peloritani confermano la netta sensazione di non essere inferiori agli avversari

Sport

i messinesi faticano a trovare la via del canestro

Sport

L'ala lituana di 202 centimetri, ritorna a Capo d’Orlando nella stagione 2023/2024

Advertisement

Copyright © 2024 | Testata giornalistica on-line d'informazione | Registrazione Tribunale di Messina n.12/2002 | P.I. IT02680760838 | Direttore Editoriale: Lillo Zaffino | Direttore Responsabile: Dario Buonfiglio