Cerca articoli o argomenti

Politica

Il progetto per la scuola di Mili come per magia, appare e sparisce.

Approvata la variazione urgente al Bilancio di previsione ’22-’24

Si è riunito in seduta d’urgenza il Consiglio Comunale. A presiedere i lavori d’Aula, il vicepresidente Pergollizzi. All’ordine del giorno: ratifica deliberazione di Giunta Comunale n. 155 del 6/7/2022 avente ad oggetto “Variazione urgente Bilancio di Previsione Finanziario 2022-2024 ai sensi dell’art. 175 c. 4 TUEL”; e 25 delle 46 proposte di deliberazione di riconoscimento debiti fuori bilancio. All’ordine del giorno, con nota del Vicepresidente vicario del Consiglio Comunale Nello Pergolizzi, è stata aggiunta la proposta di deliberazione relativa alla “Variazione di assestamento generale, ai sensi dell’art. 175, comma 8, TUEL, al Bilancio di previsione finanziario 2022/2024. Verifica dello stato di attuazione dei programmi. Salvaguardia degli equilibri di bilancio anno 2022 ai sensi dell’art. 193 del Testo Unico sull’Ordinamento degli Enti Locali approvato con D. Lgs. 267/2000”.

Presenti in aula, il Sindaco Basile, il Ragioniere generale Cama ed un membro del Collegio dei revisori, Alia. Questi, prima di mettere in votazione la variazione di bilancio, hanno spiegato, come già avevano fatto questa mattina in commissione, che la prima delibera non consiste in altro, se non alcune modifiche al previsionale ’22 -’24, opportunamente motivate con gli atti dei dirigenti, che non si erano potute effettuare nel periodo commissariale. Una delibera meramente tecnica, quindi. In particolare Alia, dando dei numeri, spiega: nel  2022 abbiamo una previsione di entrate di 22.875.731, 00 in più. Ovviamente queste modifiche, continua, andranno a incidere sugli anni successivi, ma sono necessarie e opportunamente motivate.
Ad accendere il dibattito, la domanda del capogruppo di Fratelli D’Italia, Libero Gioveni, il quale si chiede se siano stati inseriti nella variazione di bilancio, i fondi per la riqualificazione della Scuola di Mili.

Secondo il Sindaco quella fu una delibera, meramente politica dell’allora Consiglio comunale, di stornare dei fondi, già destinati a degli interventi precisi, a spese contabili, in mancanza di progetto, supportati dai pareri emessi, forse con leggerezza, dai dirigenti. I fondi, pertanto, in mancanza di fattibilità sono stati usati per altro, elaborando nel frattempo per la scuola di Mili un cronoprogramma per il 2023 – 24, con gli stessi fondi.

A ciò ribatte uno dei pochi esponenti dell’opposizione, il capogruppo del PD, Felice Calabrò, facendo capire che non si può costruire la storia secondo le necessità, ricordando che gli allora Consiglieri Mangano e Bonfiglio, avevano presentato un emendamento alla proposta di delibera del 22 aprile 2022, ma, non essendo l’amministrazione favorevole a questo emendamento, ne fece presentare dal dirigente ing. Amato un altro, in cui si stabiliva di utilizzare i fondi per gli interventi al cimitero di Pezzolo, che sarebbero stati più avanti, di quelli alla Scuola di Mili, per cui c’era già un progetto, che entro due mesi sarebbe divenuto esecutivo e subito dopo sarebbe andato in appalto.

A stoppare le discussioni, il Consigliere Trischitta, il quale invita a non parlare delle Amministrazioni precedenti, affermando che l’Amministrazione Basile sia diversa da quella De Luca.

Inoltre, il presidente Pergolizzi, si rifiuta di chiamare il dirigente Amato per chiedere chiarimenti, in quanto le scadenze, quali: approvazione dei debiti fuori bilancio che scade il 31 luglio, la rimodulazione del piano di riequilibrio entro il 29 luglio, impongono di stringere i tempi.

La delibera alle Variazioni di bilancio è stata, quindi, approvata con: 20 favorevoli, 1 contrario: Calabrò e 5 astenuti: La Fauci, Carbone, Vaccarino, Caruso e Gioveni.

Sono stati poi votati favorevolmente 23 debiti fuori bilancio e la seduta è stata aggiornata.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LEGGI ANCHE

Cronaca

Approvato anche il riconoscimento di un debito fuori bilancio

Politica

In Aula l'amministrazione può contare solo sulle influenze e sui malanni di stagione altrui

Politica

Approvata la proposta di delibera all'ordine del giorno.

Cronaca

Botta e risposta in Aula tra la capogruppo della Lega Giulia Restuccia e l'assessore Salvatore Mondello

Advertisement

Copyright © 2024 | Testata giornalistica on-line d'informazione | Registrazione Tribunale di Messina n.12/2002 | P.I. IT02680760838 | Direttore Editoriale: Lillo Zaffino | Direttore Responsabile: Dario Buonfiglio