il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita e onesta

Polemiche nel centro destra, Candiani : conseguenze sul tavolo regionale.

Milazzo, la Lega: scelta non seria da Diventerā Bellissima. La risposta di Galluzzo, la controreplica di Francilia

Stampa
 “Non è un modo serio di fare politica. Da parte di Diventerà Bellissima c’è una evidente mancanza di rispetto nei confronti degli alleati e degli elettori di centrodestra” è questa la dura presa di posizione del segretario regionale della Lega in Sicilia Stefano Candiani e del commissario provinciale Matteo Francilia nell’apprendere della scelta del movimento del presidente Musumeci di correre in solitaria a Milazzo rompendo il tavolo della coalizione.“Dopo aver manifestato l'adesione sul nome del candidato della Lega Damiano Maisano durante il tavolo del centrodestra - si legge nella nota di Candiani e Francilia - adesso inspiegabilmente e improvvisamente Diventerà bellissima fa un passo indietro decidendo di convergere su un candidato diverso al di fuori dal perimetro della coalizione”.Ma la Lega non si ferma qui e annuncia dure conseguenze anche sul tavolo regionale per le amministrative: “Chiediamo alle altre forze politiche alleate - afferma Candiani - di alzare la testa e di fare chiarezza, la Lega non si presterà a questi giochetti. A breve riuniremo l'esecutivo regionale del partito per assumere determinazioni nel segno della discontinuità rispetto a questo modo di agire. Per noi - aggiunge ancora il segretario regionale della Lega - il centrodestra unito rappresenta un valore in tutte le città in cui si andrà al voto ma non possiamo accettare che si riduca ad un autobus su cui salire per convenienza”.
La risposta  di Pino Galluzzo
«L'unica scelta non seria è quella della Lega, che in questo caso fa accordi e non li rispetta. Pretendendo di avere il sostegno di DiventeràBellissima alle Amministrative di Milazzo senza ricambiarlo su Barcellona, dimostra di pretendere “la botte piena e la moglie ubriaca”.
 Ricordo a Candiani e a Francilia che la coalizione l’ha “rotta” il capogruppo della Lega all’Ars ufficializzando la candidatura di Milazzo e il sostegno a Barcellona della candidatura di Forza Italia, quando al tavolo si era detto di attendere l’incontro regionale. Noi siamo per l'unità della coalizione e per il rispetto dei patti e dalla Lega ci aspetteremmo sempre identico atteggiamento costruttivo invece di sterili polemiche come purtroppo sta accadendo in questo caso».Lo afferma Pino Galluzzo, deputato regionale di DiventeràBellissima, replicando al commissario della Lega in Sicilia, Stefano Candiani, e al commissario provinciale a Messina, Matteo Francilia, che dopo non avere espresso sostegno al candidato sindaco di DiventeràBellissima a Barcellona, chiedono l'appoggio di Db al proprio candidato sindaco di Milazzo.Galluzzo aggiunge: 
«Vorrei consigliare al senatore Candiani, che non conosco ma verso il quale nutro rispetto, di studiare meglio l'indole dei siciliani, ai quali non piacciono atteggiamenti da censore che potrebbero essere considerati come aria presuntuosa del Continente: siamo certi che questo non sia il suo auspicio. Diventerà Bellissima, a Messina come nel resto della Sicilia, ribadisce la propria volontà di agire nel rispetto reciproco tra tutti gli alleati, Lega compresa».
La controreplica di Francilia 
“Galluzzo mente sapendo di mentire. La posizione della Lega sulle amministrative a Milazzo, Barcellona e nel resto della Sicilia è stata chiaramente espressa dal senatore Candiani nei giorni scorsi" lo afferma il commissario provinciale della Lega a Messina Matteo Francilia. 
“Ribadisco - continua Francilia - la posizione espressa dal nostro segretario regionale sull’unità del centrodestra e sulla lealtà tra gli alleati e non intendo replicare alle affermazioni farneticanti del deputato regionale di Diventerà bellissima su una certa presunzione continentale attribuita al senatore Candiani. Davvero fuori luogo e di cattivo gusto”.
martedė 25 febbraio 2020


    Vai a pagina
    segui il meteo