il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita e onesta

L’attività investigativa trae origine da un intervento effettuato nel mese di maggio

Pace del Mela , i Carabinieri arrestano una persona per maltrattamenti in famiglia

Stampa
I Carabinieri della Stazione di Pace del Mela hanno eseguitoun’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto – Ufficio del G.I.P., su richiesta della Procura della Repubblica di Barcellona Pozzo di Gotto, guidata dal Procuratore Dott. Emanuele Crescenti, a seguito delle indagini coordinate dal Sostituto Procuratore Dott.ssa Rita Barbieri,nei confronti diC.M., 47enne,residente in Pace del Mela, già noto alle forze dell’ordine, ritenuto responsabile del reato di maltrattamenti contro familiari o conviventi. L’attività investigativa trae origine da un intervento effettuato nel mese di maggio u.s.da una pattuglia dei Carabinieri a seguito di segnalazionedi una lite in un condominio a Pace del Mela, dove l’arrestato, in evidente stato di alterazione psicofisica dovuta all’abuso di bevande alcoliche, stava litigando con un condomino, a suo dire colpevole di ospitare la propria convivente con i figli. Dagli immediati accertamenti era emerso che la donna,dopo aver intrattenuto una relazione sentimentale con l’arrestato dall’ottobre 2019, aveva chiesto ospitalitàal vicino d casa in quantoesausta dai maltrattamenti subìti. Le indagini dei Carabinieri hanno permesso di raccogliere ulteriori elementi utili a ricostruire diversi episodi delittuosi che la donna aveva subìto nel corso della convivenza, durata sette mesi,documentando un’ambiente domestico sconcertante: in particolare la donna, unitamente ai propri figli, nati da una pregressa relazione, in più di una circostanza era stata costretta a subirevessazioni fisiche e morali, fino ad essere indotta a non uscire di casa. L’attività d’indagine, condotta nell’immediatezza dei fatti e coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto, ha consentito di documentare, nel giro di poco tempo, un quadro indiziario grave e tale da consentire l’emissione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere. Pertanto l’uomoè stato arrestato dai Carabinieri e ristretto presso la Casa Circondariale di Barcellona Pozzo di Gotto.
mercoledì 1 luglio 2020


    Vai a pagina
    segui il meteo