il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita e onesta

Soddifazione del consigliere Signorino insieme al consigliere comunale Giovanni Caruso e al consigliere Cucinotta

Riattivata l´illuminazione statua della Madonna Della Lettera nel villaggio di Camaro Superiore

Stampa
Il 3 Giugno per tutti i cittadini Messinesi rappresenta qualcosa che difficilmente si riesce a spiegare. La Vergine Maria è stata da sprono nei momenti di difficoltà che la città ha subito nella sua lunga storia: le tante pestilenze che hanno funestato ogni secolo, i grandi terremoti del 1693, del 1783, del 1908, i bombardamenti Anglo Americani del 1943.
 In questi tristi momenti la Madonna Della Lettera è stata sempre nel cuore dei Messinesi, sostegno e motivo di rinascita. A Camaro Superiore, al centro di un’aiuola spartitraffico, si trova una costruzione, un cosiddetto “Altarino”, che sostiene una teca che protegge una statua della Madonna Della Lettera. La devozione a S. Maria Della Lettera nella zona di Camaro è molto antica. Il Consigliere della terza Municipalità Nunzio Signorino ricorda quanto ancora, dopo tanti anni, è importante la festa della Madonna Della Lettera nel villaggio di Camaro Superiore, sia per l’aspetto prettamente religioso legato ai valori che ad un momento di unità ed aggregazione per tutto il quartiere, soprattutto in questo particolare momento di difficoltà. Per tutti questi motivi il consigliere Signorino ha voluto con forza che l’icona della Madonna Della Lettera a Camaro Superiore, da oltre un’anno spenta, venisse riattivata. Tutto ciò grazie ad una proficua collaborazione con l’Assessore Caminiti. 
Il consigliere Signorino insieme al consigliere comunale Giovanni Caruso, al consigliere Cucinotta ed a tutto il gruppo politico di cui fanno parte” Proviamoci Insiene” sono stati sempre molto sensibili a questi temi ed alle tradizioni cittadine. 
Questa semplice riattivazione, conclude il consigliere Signorino, deve rappresentare un simbolo di speranza per tutta la comunità di Camaro di cui mi onoro di fare parte.
martedì 2 giugno 2020


    Vai a pagina
    segui il meteo