il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita e onesta

Operazioni in sede provinciale

La Polizia di Stato in azione a Patti, S. Agata Militello, Barcellona Pozzo di Gotto e Capo d’Orlando

Stampa
Ordine di carcerazione eseguito a Patti dalla Polizia di Stato.
 I poliziotti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Patti hanno dato esecuzione all’ordine di carcerazione a carico di CARUSO Sebastiano, catanese, 59 anni, ritenuto responsabile dei reati di rapina, usura, estorsione commessi avvalendosi delle condizioni previste dall’art. 416 bis c.p.. L’uomo, che alloggiava in un hotel di Piraino, è stato raggiunto dagli agenti e trasferito presso la Casa Circondariale di Barcellona Pozzo di Gotto. Dovrà espiare la pena cumulativa di anni 11 e mesi 5.
  Simula “per scherzo” una sparatoria ai caselli autostradali. Individuato e denunciato dalla Polizia di Stato. Doveva trattarsi di uno “scherzo” di Carnevale ma la bravata compiuta non è sfuggita ai poliziotti delle Volanti e quelli del Distaccamento di Polizia Stradale che, in pochissimo tempo, lo hanno individuato e denunciato in stato di libertà per il reato di accensioni ed esplosioni pericolose in luogo pubblico. L’uomo, alla guida della sua auto, lungo l’autostrada A 20, nei pressi dello svincolo di S. Agata Militello, ha tirato fuori dal finestrino una pistola e simulato l’esplosione di due colpi, allarmando gli altri utenti della strada che immediatamente hanno segnalato l’accaduto alla sala operativa. Dopo averlo raggiunto e bloccato, i poliziotti hanno appurato che si trattava di un’arma giocattolo, opportunamente sequestrata. 
 La Polizia di Stato impegnata in controlli antidroga potenziati. Interessate le zone di Barcellona P.G. e Capo d’Orlando. Particolare attenzione al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti è stata riservata durante i giorni scorsi nei territori di Barcellona Pozzo di Gotto e Capo d’Orlando con controlli mirati nelle potenziali aree di spaccio. Numerose le perquisizioni effettuate che, in alcuni casi, sono state estese alle autovetture e per le quali ci si è avvalsi dell’ausilio di squadre cinofile. In un’ottica di prevenzione, anche le zone limitrofe a Istituti Scolastici sono state attenzionate in particolar modo negli orari di ingresso e uscita degli studenti. I controlli hanno portato al sequestro di modiche quantità di sostanza stupefacente del tipo marjuana e alla denuncia in stato di libertà per detenzione ai fini di spaccio di un ventenne. In due casi è stata, invece, contestata la violazione amministrativa prevista in caso di detenzione per uso personale di sostanza stupefacente. Dal divieto di avvicinamento ai domiciliari. 
La Polizia di Stato esegue aggravamento di misura cautelare a carico di marito violento. Era stato già raggiunto dalla misura cautelare del divieto di avvicinamento a seguito della condotta tenuta nei confronti di moglie e figlia. Nei giorni scorsi, il messinese ha dapprima provato ad avvicinare le vittime, poi le ha pedinate e minacciate. Ne è conseguito, pertanto, l’aggravamento della misura che è stata sostituita con quella degli arresti domiciliari, eseguita ieri dai poliziotti delle Volanti.
martedė 25 febbraio 2020


    Vai a pagina
    segui il meteo