il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita e onesta

Il premio all'orlandina contraddistintesi per un forte impegno nel perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs)

Il Global Compact delle Nazioni Unite ha assegnato a Giulia Giuffrè il titolo di SDG Pioneer 2021

Stampa
 Gli SDG Pioneer sono personalità imprenditoriali di alto profilo che si sono contraddistinti per un forte impegno nel perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs). Irritec, azienda siciliana tra i leader mondiali nel settore dell’irrigazione di precisione, si impegna per la valorizzazione di un ecosistema virtuoso, perseguendo un modello di agricoltura sostenibile e replicabile in tutto il mondo. Il Global Compact delle Nazioni Unite ha conferito a Giulia Giuffrè, Board Member e Ambasciatrice della Sostenibilità Irritec S.p.A., il titolo di SDG Pioneer 2021 per la gestione sostenibile dell'acqua. Un riconoscimento a livello globale, che segue la nomina italiana a SDG Pioneer 2020, assegnatale lo scorso dicembre. Gli SDG Pioneers sono, infatti, business leader premiati dall’UN Global Compact per aver svolto un lavoro eccezionale nella promozione degli SDGs attraverso l'implementazione dei Dieci Principi del Global Compact su diritti umani, ambiente, lavoro e anti-corruzione. Quest’anno, la selezione globale si è concentrata su professionisti che lavorano a qualsiasi livello, in una delle aziende aderenti al Global Compact delle Nazioni Unite, e ha portato all’identificazione di dieci vincitori, provenienti da ogni continente. Giulia Giuffrè è stata premiata proprio per il suo impegno nella gestione sostenibile della risorsa acqua e per aver promosso l'integrazione degli SDGs, quale elemento aziendale altamente strategico. Da sempre, infatti, Irritec fa della sostenibilità una vera e propria mission: tra i leader mondiali nel settore dell’irrigazione di precisione, l’azienda si impegna per migliorare l’efficienza della risorsa idrica in agricoltura, con l’obiettivo di ridurre l’impatto ambientale e ottimizzare l’uso di acqua, energia, fertilizzanti e pesticidi. La premiazione è avvenuta in occasione dell’UN Global Compact Leaders Summit 2021, cui ha preso parte anche Marina Sereni, Vice Ministra degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, che in una nota del Ministero ha espresso “grande gioia e apprezzamento” per l’imprenditrice italiana Giulia Giuffrè, insignita dal Global Compact dell’ONU con il titolo mondiale di Pioniere degli obiettivi di sviluppo dell’Agenda 2030, gli SDG. “Il business ha un ruolo cruciale da svolgere nel raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile in un momento in cui il progresso è stato frenato dalla pandemia di Covid-19. Questi dieci eccezionali professionisti mostrano esattamente cosa può essere fatto dal settore privato per «fare la differenza», in favore non solo gli interessi dei propri azionisti ma - più in generale - di quelli della società intera. Mi auguro che i nostri dieci SDG Pioneers 2021 ispireranno altri business leader nell'unire imprese per un mondo migliore”, ha dichiarato Sanda Ojiambo, CEO e Direttore Esecutivo del Global Compact delle Nazioni Unite. “Prima di tutto, desidero ringraziare il Global Compact delle Nazioni Unite per questo importante riconoscimento. Sono davvero orgogliosa di poter rappresentare Irritec, l’Italia e tutte le aziende che, come noi, si impegnano attivamente per il raggiungimento degli SDGs, supportando l’intera filiera nell’applicazione di un modello di sviluppo sostenibile” - ha commentato Giulia Giuffrè, Board Member e Sustainability Ambassador Irritec S.p.A. -. “Lavoriamo a fianco degli agricoltori di tutto il mondo per diffondere la cultura dell’efficienza idrica, promuovendo l’utilizzo di sistemi efficienti, come l’irrigazione a goccia. L’acqua è una risorsa fondamentale non solo per le nostre vite, ma anche per l’intero ecosistema. Crediamo, infatti, che solo insieme, promuovendo un percorso di sviluppo sostenibile, si possa fare la differenza e consegnare alle nuove generazioni un futuro migliore”. Giulia Giuffrè ha, inoltre, coordinato in prima persona il progetto Agri-Lab, un "laboratorio itinerante" pensato per promuovere la cultura del risparmio idrico in agricoltura nei Paesi in via di sviluppo. L’imprenditrice siciliana è anche particolarmente impegnata sul tema dell'imprenditoria femminile: dal 2020 fa parte dell'associazione "Donne dell'Ortofrutta" e ha ricevuto a Palermo il premio "DonnaAttiva2020" per la “capacità di coniugare l'etica del lavoro e le solide tradizioni familiari con l'innovazione tecnologica come forza trainante per l'intero territorio e contribuente al benessere sociale". Le candidature degli SDG Pioneer sono state valutate da una giuria di esperti composta da precedenti SDG Pioneers e da rappresentanti dell'UN Global Compact Expert Network, oltre a esponenti del mondo accademico e delle agenzie ONU. I criteri di selezione hanno incluso l'impegno degli individui nell’integrazione dei Dieci Principi del Global Compact all’interno delle strategie aziendali, i loro sforzi nel promuovere gli SDGs, così come il coinvolgimento attivo nei programmi del Global Compact e dei rispettivi Network Locali. Per maggiori informazioni sul Global Compact delle Nazioni Unite, è possibile visitare il sito web: www.unglobalcompact.org.
giovedì 17 giugno 2021


    Vai a pagina
    segui il meteo