il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita e onesta

Secondo più di uno studioso sarebbe allocata la tomba di Antonello da Messina

Il Comitato “Messina: la città dimenticata” sceglie il Convento di S. Maria del Gesù Superiore

Stampa
Il Comitato “Messina: la città dimenticata” sceglie il sito archeologico del Convento di S. Maria del Gesù Superiore, in cui secondo più di uno studioso sarebbe allocata la tomba di Antonello da Messina, come “location” del suo primo evento pubblico. Non a caso perché da anni, purtroppo ancora inutilmente, è stato con insistenza richiesto alle istituzioni di svolgere le necessarie operazioni di scavo per portare alla luce i resti mortali che dovrebbero appartenere al grande pittore messinese. E dunque anche Antonello, di fatto, è parte di quella “città dimenticata” che il Comitato, con le sue iniziative, si proponedi far riemergere in superficie. “Antonello e la città dimenticata” è appunto il tema dell’incontro, coordinato dal presidente del Comitato Giuseppe Ruggeri cui interverranno Sergio Di Giacomo, delegato per Messina dell’Associazione “Antonello da Messina”, Carmelo Micalizzi, che tratterà delle ultime sue scoperte sulle opere di Antonello, di Pippo Previti sulla storia del Convento di S. Maria del Gesù Superiore e di Michele Salvo sulle azioni finora intraprese per la salvaguardia del sito. A conclusione, si procederà al sorteggio della lotteria ideata dal Comitato per finanziare le sue attività culturali, e che assegnerà al vincitore una riproduzione in scala reale del più famoso dei dipinti antonelliani, “L’Annunciata”.
lunedì 14 giugno 2021


    Vai a pagina
    segui il meteo