il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita e onesta

Alla presenza degli assessori Enzo Caruso, Enzo Trimarchi e Giuseppe Scattareggia

Presentato a Palazzo Zanca “Messina che InCanto Virtual Choir”

Stampa
Nel corso di una conferenza stampa è stato illustrato oggi a Palazzo Zanca il progetto “Messina che InCanto Virtual Choir”, alla presenza degli assessori Enzo Caruso, Enzo Trimarchi e Giuseppe Scattareggia, cui hanno preso parte il Maggiore Giuseppe Genovesi della “Brigata Meccanizzata Aosta”, il presidente e il direttore artistico dell’associazione culturale “Note Colorate” Francesco Falcone e Giovanni Mundo, ed il presidente dell’E.N.S. sezione di Messina Giuseppe Previti con l’interprete LIS Francesca Villari. 
L’iniziativa è ideata dall’associazione culturale “Note Colorate”, in collaborazione con il Comune di Messina, l’Ente Teatro “Vittorio Emanuele”, la Banda della Brigata Meccanizzata Aosta e la sezione provinciale dell’Ente Nazionale Sordi. 
Nella qualità di Assessore alle Politiche Giovanili sono orgoglioso di simili progetti – ha evidenziato Caruso – in quanto consentono ai giovani momenti di aggregazione, soprattutto attorno a chi li coordina, come in questo caso la Banda della Brigata Meccanizzata Aosta, che insieme a docenti e referenti del Teatro Vittorio Emanuele e dell’Amministrazione intendono sensibilizzare i ragazzi a fare sempre del proprio meglio”. “L’emergenza sanitaria non ha permesso lo svolgimento della manifestazione – ha proseguito l’Assessore Trimarchi – che doveva coinvolgere le scuole cittadine di ogni ordine e grado per la realizzazione di un concerto in piazza, ma attraverso la realizzazione di un coro virtuale avranno la possibilità comunque di incontrarsi per esprimere attraverso il brano 
“Madre Terra”– ha concluso l’Assessore Scattareggia – il valore della musica, in quanto anche in momenti come questi, rappresenta sempre un momento dalla quale trarre forza e sostegno. Tante voci, distanti ma unite in un solo canto per la città di Messina, è questo il cuore del progetto che prevede infatti la realizzazione di un coro virtuale che coinvolge composto da alunni delle scuole della città, i quali si incontreranno virtualmente per l’esecuzione del brano “Madreterra”, inno ufficiale della Regione Sicilia, scritto da Vincenzo Spampinato sulla base della banda della Brigata Meccanizzata Aosta che ha realizzato la parte strumentale.I ragazzi seguendo i video tutorial predisposti dall’Associazione Note Colorate che si trovano sulla piattaforma didattica dedicata, si prepareranno per eseguire tutti insieme il brano che sarà prodotto il 21 giugno, in occasione della Festa della Musica.
 All’incontro sono intervenuti anche i dirigenti scolastici degli Istituti, comprensivo “S. Margherita” Fulvia Ferlito e d’istruzione superiore “Antonello” Laura Tringali, mentre il presidente dell’Ente Nazionale Sordi Sez. provinciale di Messina ha espresso soddisfazione per la partecipazione a questa iniziativa culturale affinché simili progetti possano aiutare i sordi ad avere piena accessibilità e visibilità.
lunedì 25 maggio 2020


    Vai a pagina
    segui il meteo