Connettiti con noi

Cerca articoli o argomenti

Cultura

Al Teatro Vittorio EmanueleLa mostra “Les amants” di Puccio La Fauci

Sarà visitabile fino a mercoledì 8 giugno, esclusi i lunedì

La mostra dal titolo “Les amants” dell’artista Puccio La Fauci è stata inaugurata ieri pomeriggio al Teatro Vittorio Emanuele nell’ambito del progetto “L’Opera al Centro”, curata da Giuseppe La Motta e introdotta dal critico d’arte Mariateresa Zagone. L’autore, nato in riva allo Stretto nel 1958, è un pittore, che, in questo vernissage, si fa erede della tradizione pittorica messinese, in cui è cresciuto, con una pittura essenzialmente figurativa, volumetrica, che fa un uso sapiente delle prospettive; tratti puliti che denotano la profonda ricerca dell’autore e un richiamo alla grande pittura italiana degli anni del primo dopoguerra e del ritorno all’ordine.

I dipinti e i disegni presentati, tutti pressoché inediti, risalgono al periodo che va dal 1979 fino al 1993, caratterizzati innanzitutto dal leit motiv uomo – natura, descritto nella scelta stilistica di presentare le figure in maniera molto plastica e con corpi macroscopici. Gli amanti, il quadro da cui la mostra prende il titolo, sembrano incastonati in un tempo indefinito, quasi metafisico.Le immagini sono evocative ed è facile riconoscere luoghi e situazioni scolpite nel vissuto dell’artista.

A far da padrone è lo Stretto di Messina, luogo al quale l’artista è profondamente legato. Si riconosce anche l’Aspromonte, archetipo di certezze. Tutte le figure sono tracciate da contorni semplificati, decisi, sospesi nel tempo dell’attesa.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LEGGI ANCHE

Cultura

A seguire la nota dell’artista Silvana De Leo: “L’arte è passione, armonia”: L’arte, così come ogni tipo di percorso, di “metodo” utilizzato, serve a...

Cultura

L’esposizione sarà visitabile gratuitamente presso la sala Colonna di Palazzo Cagnone, piazza S.Francesco

Cultura

La mostra “Le tre linee d’acqua” visitabile fino al 15 Dicembre nello spazio di Campo Calabro a Forte Batteria Siacci, Reggio Calabria

Cultura

Il rapporto tra l’opera d’arte e il suo fruitore, privilegiato rispetto all’intervento emotivo, inconscio e personalissimo dello stesso autore, come specifica modalità percettiva della...

Advertisement