Seguici

Cerca nel sito

Cronaca

Roccalumera. Nascondeva la droga in camera da letto: un giovane arrestato dai Carabinieri

Ulteriori gr. 405 di marijuana e gr. 305 di hashish, un bilancino di precisione nonché 150 euro, ritenuti provento dell’attività delittuosa

Nei giorni scorsi i Carabinieri della Compagnia di Messina Sud hanno arrestato, in flagranza di reato, un 20enne per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Nel corso dei servizi di controllo del territorio, i Carabinieri della Stazione di Roccalumera hanno controllato il giovane a bordo della propria autovettura e trovato in possesso di modica quantità di sostanza stupefacente del tipo hashish. Insospettiti dall’atteggiamento del giovane i militari dell’Arma hanno proseguito gli accertamenti presso la sua abitazione rinvenendo, nella camera da letto, ulteriori gr. 405 di marijuanae gr. 305 di hashish, un bilancino di precisione nonché 150 euro, ritenuti provento dell’attività delittuosa. La sostanza stupefacente è stata inviata al Policlinico di Messina per le analisi di laboratorioe il 20enne arrestato, in flagranza di reato, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Al termine delle formalità di rito, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, l’arrestato è stato tradotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari. All’esito del giudizio, l’attività dei Carabinieri è stata convalidata e il giovane è stato sottoposto agli arresti domiciliari con l’applicazione del braccialetto elettronico, in attesa di giudizio definitivo.

Il procedimento si trova nella fase delle indagini preliminari e per l’indagato vale il principio di non colpevolezza sino alla sentenza definitiva, ai sensi dell’art. 27 della Costituzione.

Commenta la notizia

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

LEGGI ANCHE

Cronaca

4 arresti,6 denunce e 6 persone segnalate quali assuntori di stupefacenti

Cronaca

Già pronta per esser ceduta

Cronaca

Un messinese denunciato dai Carabinieri.  

Cronaca

Rispettivamente di 67 e 36 anni, già noti alle forze dell’ordine

Copyright © 2022 | Testata giornalistica on-line d'informazione | Registrazione Tribunale di Messina n.12/2002 | P.I. IT02680760838 | Direttore Editoriale: Lillo Zaffino | Direttore Responsabile: Dario Buonfiglio