Cerca articoli o argomenti

Cronaca

Nemosud, Mario Melazzini (indagato a Messina) torna al lavoro, a Milano, all’ospedale Niguarda

«Nessuna incompatibilità con le misure cautelari»

Fine delle ferie «forzate» per Mario Melazzini, direttore sanitario dell’ospedale Niguarda, indagato dalla procura di Messina nell’inchiesta sul centro clinico privato «Nemosud». Il 15 maggio scorso il medico 65enne si è preso un periodo di vacanza di dieci giorni, in attesa di capire se le misure cautelari scattate per lui – il divieto temporaneo di contrattare con la pubblica amministrazione ed esercitare l’impresa in ambito sanitario – lo obbligassero a sospendersi dall’incarico.

Il 20 maggio, accompagnato dall’avvocato Salvatore Stivala, ha preso parte all’interrogatorio a Messina e ha risposto per un’ora e mezzo alle domande della gip Claudia Misale e del pm Piero Vinci, «dando ampie annotazioni esplicative a chiarimento della sua estraneità a qualsiasi attività contra legem», specifica l’avvocato.

«Melazzini ha posto in chiara evidenza che non ha mai percepito emolumenti per le attività di Nemo e Nemosud», aggiunge il legale, che annuncia l’invio a Messina di una ulteriore «memoria esplicativa». Sono anche stati chiesti chiarimenti rispetto alla possibilità, per il medico, di continuare a lavorare come manager nella sanità pubblica. Non sarebbero emerse incompatibilità con le misure interdittive. Di conseguenza, lunedì Melazzini è rientrato dalle ferie.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LEGGI ANCHE

Cronaca

I giudici romani della Corte di Cassazione hanno accolto il ricorso dei suoi difensori, gli avvocati Massimo Rizzo e Giuseppe Irrera

Cronaca

A giudizio per omicidio colposo otto medici. Sono da scagionare “per non aver commesso il fatto” gli altri nove imputati iniziali

Cronaca

I funzionari del C.A.S. erano stati chiamati a rispondere del reato di omicidio colposo aggravato

Advertisement

Copyright © 2024 | Testata giornalistica on-line d'informazione | Registrazione Tribunale di Messina n.12/2002 | P.I. IT02680760838 | Direttore Editoriale: Lillo Zaffino | Direttore Responsabile: Dario Buonfiglio