Cerca articoli o argomenti

Cronaca

Messina, rilascio di falsi green pass, eseguite 4 misure cautelari nei confronti di un medico e di 3 operatori sanitari

Un giro d’affari sicuramente significativo, atteso il documentato utilizzo di tale illecito schema almeno da parte di 132 soggetti

I Finanzieri del Comando Provinciale di Messina stanno dando esecuzione ad un’ordinanza emessa dal G.I.P. del locale Tribunale che dispone la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria nei confronti di 4 persone indagate del reato di associazione per delinquere finalizzata alla redazione di false certificazioni c.d. Green Pass, esercizio abusivo di una professione e induzione al falso di pubblico ufficiale.

Le Fiamme Gialle del Gruppo di Messina hanno scoperto l’esistenza di un sodalizio composto da 1 medico (già radiato dall’albo dei medici per aborti clandestini) e 3 operatori sanitari che, nel delicato periodo pandemico, inserivano – avvalendosi degli strumenti di un laboratorio di analisi – la risultanza di falsi tamponi nella piattaforma sanitaria SIRGES, così ottenendo, mediante portale telematico, i cd. green pass base: un giro d’affari sicuramente significativo, atteso il documentato utilizzo di tale illecito schema almeno da parte di 132 soggetti messinesi, con costi variabili per singolo tampone da un minimo di 10 € ad un massimo di 20 €.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LEGGI ANCHE

Cronaca

Sulla base delle risultanze investigative, i due coniugi sono stati tratti in arresto, già convalidato dal competente Giudice, ed associati alla locale casa circondariale...

Attualità

Schierato anche il labaro della Federazione di Messina del Nastro Azzurro

Cronaca

La droga sequestrata, venduta al dettaglio, avrebbe fruttato alla malavita organizzata illeciti introiti per un ammontare stimato di oltre 200.000 euro

Advertisement

Copyright © 2024 | Testata giornalistica on-line d'informazione | Registrazione Tribunale di Messina n.12/2002 | P.I. IT02680760838 | Direttore Editoriale: Lillo Zaffino | Direttore Responsabile: Dario Buonfiglio