Cerca articoli o argomenti

Cronaca

Messina, arrestato rapinatore da Polizia di Stato e Arma Carabinieri

Un cittadino messinese di 41 anni, indagato per aver rapinato, armato di coltello, due esercizi commerciali del centro cittadino

 

Nei giorni scorsi, personale della Polizia di Stato e della Compagnia Carabinieri di Messina – Centro ha dato esecuzione a una misura di custodia cautelare in carcere nei confronti di un cittadino messinese di 41 anni, indagato per aver rapinato, armato di coltello, due esercizi commerciali del centro cittadino.

I fatti risalgono al 27 maggio e al 3 giugno scorsi. La prima rapina è stata consumata ai danni di una tabaccheria, presso la quale l’indagato, travisato e sotto la minaccia del coltello, si sarebbe impossessato della somma di € 4.500 euro, mentre la seconda rapina è stata compiuta presso una Agenzia di Scommesse ove, invece, avrebbe sottratto dalle casse € 2.800, ancora una volta travisato e armato di una lama.

Le indagini, svolte dai militari dell’Arma dei Carabinieri per quanto riguarda la rapina alla tabaccheria e da personale della Squadra Mobile per la rapina all’Agenzia Scommesse, grazie all’acquisizione delle immagini riprese da diversi impianti di videosorveglianza installati in prossimità dei luoghi d’interesse,hanno consentito di identificare il presunto autore degli episodi criminosi, sul contodel quale, da parte dei Carabinieri e della Polizia di Stato, venivano redatte due dettagliate informative di reato, poi riunite dall’Autorità Giudiziaria

Il quadro probatorio raccolto in sinergia dalle due Forze di Polizia è stato condiviso dal Giudice per le Indagini Preliminari,che ha applicato la misura cautelare della custodia in carcere nei confronti dell’indagato.

Il procedimento si trova nella fase delle indagini preliminari e per l’indagato vale il principio di non colpevolezza sino alla sentenza definitiva, ai sensi dell’art. 27 della Costituzione.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LEGGI ANCHE

Cronaca

Il detenuto è stato, nel tardo pomeriggio di ieri , individuato e fermato dalle forze dell'ordine

Cronaca

La ragazza sta bene e la sua scomparsa non è stata dovuta ad alcun incidente, lei stessa si è allontanata volontariamente da casa

Cronaca

Denunciato dalla madre l’allontanamento volontario di D’ARRO Denise, nata a Taormina il 5 giugno 2006, ivi residente frazione Trappitello

Cronaca

Operazione dei Carabinieri del Gruppo di Locri e dello Squadrone Eliportato Cacciatori di Calabria unitamente al personale del GICO del Nucleo di Polizia economico...

Advertisement

Copyright © 2024 | Testata giornalistica on-line d'informazione | Registrazione Tribunale di Messina n.12/2002 | P.I. IT02680760838 | Direttore Editoriale: Lillo Zaffino | Direttore Responsabile: Dario Buonfiglio