Cerca articoli o argomenti

Cronaca

La prematura scomparsa di Franz Riccobono

Costituisce una grave perdita per la città di Messina e per la cultura siciliana

Franz Riccobono è nato a Patti (ME) nel 1943. Nel 1970 si laurea in Economia e Commercio. Dal 1971 al 1997 è Funzionario presso l’Università di Messina. Tra il 1975 ed il 2015 ha pubblicato oltre cinquanta monografie riguardanti la storia del territorio. Ha realizzato quindici tra Musei e Mostre permanenti. è socio fondatore (1971) ed attuale presidente dell’Associazione Amici del Museo di Messina, socio dell’Istituto Italiano dei Castelli, fa parte del Comitato Vara di Messina, consulente della Fondazione Famiglia Piccolo di Calanovella. Dal 1978 per la casa editrice Edas è direttore della collana “Messina e la sua storia”.

“La prematura scomparsa di Franz Riccobono mi addolora profondamente e costituisce una grave perdita anche per la città di Messina e per la cultura siciliana – dichiara il presidente della Regione Nello Musumeci. Con Riccobono se ne va uno studioso, un ricercatore e un collezionista tenace, instancabile, appassionato e geloso custode delle proprie idee. Profondo conoscitore della propria città, della quale era inguaribilmente innamorato, ha dedicato a Messina diverse pubblicazioni e centinaia di iniziative. Franz mi aveva contagiato l’amore per la Zona Falcata e la necessità del suo recupero. Era entusiasta del lavoro che in tal senso avevo avviato in questi anni col governo regionale. Ed ora che non è più tra di noi, riconsacriamo l’impegno a completare il lavoro iniziato, in omaggio alla sua memoria. Alla moglie va il cordoglio mio e del governo siciliano”.

Foto di Antonio De Felice
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LEGGI ANCHE

Cronaca

Cordoglio del sindaco Basile, dell’Amministrazione in tutte le sue componenti e del Corpo di Polizia municipale

Cronaca

Esponente del sindacato a difesa dei lavoratori nel settore del trasporto pubblico locale

Cronaca

Seconda figlia di Pancrazio De Pasquale e di Simona Mafai indimenticabili figure della storia del PCI, della sinistra e della cultura democratica del paese

Advertisement

Copyright © 2024 | Testata giornalistica on-line d'informazione | Registrazione Tribunale di Messina n.12/2002 | P.I. IT02680760838 | Direttore Editoriale: Lillo Zaffino | Direttore Responsabile: Dario Buonfiglio