Seguici

Cerca nel sito

Cronaca

La FP CGIL chiede la revoca immediata della Determinazione di assunzione in comando di un agente nel Corpo di Polizia Metropolitana

Si dispone ilcomando in entrata dell’agente di polizia municipale proveniente dal Comune di Zafferana Etnea

La FPCGIL ritiene la situazione venutasi a creare all’interno del Corpo di Polizia
Metropolitana al limite dell’assurdo e rispedisce al mittente le dichiarazioni di carenza di
personale qualificato all’interno del Corpo per assolvere ai compiti in materia di polizia
giudiziaria.
La pubblicazione della Determinazione Dirigenziale 652 del 26/05/2022 con cui di dispone il
comando in entrata dell’agente di polizia municipale proveniente dal Comune di Zafferana Etnea, in
atto in comando presso il Comune di Messina, non solo stupisce per la celerità con cui è stata
pubblicata ma rileva in maniera pesante rispetto a tutte le decisioni in tema di personale che la Città
Metropolitana non riesce ad assumere.
La FP CGIL ha richiesto formalmente al Commissario Straordinario, al Segretario Generale e al
Dirigente responsabile, dichiara Francesco Fucile, Segretario Generale FP CGIL, la revoca
immediata della Determinazione Dirigenziale 652/22 per plausibili vizi di legittimità e soprattutto
per un livello di inopportunità assoluto.
In particolare la FP CGIL ha chiesto al Commissario, al Segretario Generale e alla Dirigente che ha
firmato la Determinazione di chiarire la legittimità dell’assunzione temporanea in comando disposta
dal Dirigente senza un propedeutico atto di volontà politica che la autorizzasse in tal senso. E’
indubbio che l’assunzione temporanea in comando non rientra tra gli atti amministrativi di gestione
e di esecuzione di provvedimenti degli Organi di Governo che ai sensi della vigente normativa di
settore e del regolamento OUS della Città Metropolitana di Messina è attribuita alla competenza del
Dirigente.
A ciò si aggiunga, continua Francesco Fucile, Segretario Generale FP CGIL, che gli enormi ritardi
accumulati dalla Città Metropolitana su altre importantissime questioni inerenti il personale non
possono che stridere fortemente con la tempestività con cui si è addivenuti a tale scelta superando,
addirittura la predisposizione di un atto di volontà dell’Organo di Governo.
La FP CGIL ha, inoltre, chiesto al Commissario e al Segretario Generale di valutare la violazione
dell’art.53, comma 14 del vigente CCNL Funzioni Locali 2016/18, per la mancata trasformazione in
full time del personale part time in servizio con il medesimo profilo professionale del dipendente
che si intenderebbe assumere in comando.
Appare, inoltre, preoccupante che il Comandante del Corpo con nota prot.1268/22 del 15.03.2022
dichiari che stante l’assenza temporanea del responsabile della Sezione Giudiziaria non possa
garantire l’efficienza della Sezione in conseguenza della mancanza di personale qualificato in grado
di gestire gli atti di competenza, nonostante lo stesso Comandante abbia proceduto alla nomina dei
Responsabili di Sezione non più tardi del mese di Marzo 2022 ( l’agente assegnato alla
responsabilità della Sezione Giudiziaria era nelle medesime condizioni odierne di temporaneità di
presenza) e in presenza di personale all’interno del Corpo in possesso dei titoli e di qualificazione
per assolvere ai predetti comiti.

Commenta la notizia

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

LEGGI ANCHE

Politica

Il provvedimento approvato alla unanimità dalla Conferenza Metropolitana

Politica

L’Ente non è in condizioni strutturalmente deficitarie

Politica

Analizzati gli aggiornamenti della normativa e le prospettive organizzative

Copyright © 2022 | Testata giornalistica on-line d'informazione | Registrazione Tribunale di Messina n.12/2002 | P.I. IT02680760838 | Direttore Editoriale: Lillo Zaffino | Direttore Responsabile: Dario Buonfiglio