Connettiti con noi

Cerca articoli o argomenti

Cronaca

Incendio all’Ospedale Papardo. Fermato un tossidipendente che , prima di appiccare il fuoco, aveva  aggredito alcuni infermieri. Nota di Antonio De Luca (M5S)

Ben due squadre di Vigili del fuoco sono state duramente impegnate nelle operazioni di spegnimento

Un incendio doloso ha interessato, dalle 17 di ieri pomeriggio, l’ospedale Papardo. I vigili del fuoco del distaccamento Nord sono intervenuti al  polo ospedaliero  di contrada Sperone con due squadre. Dalle prime informazioni sembra che sia stato un uomo ad  aver appiccato il rogo. L’incendio ha interessato il terzo piano dell’ospedale dopo essere stato appiccato al vano ascensore, con il fumo che ha raggiunto i vari reparti.

Ben due squadre di Vigili del fuoco sono state duramente impegnate nelle operazioni di spegnimento. Le fiamme sono, al momento, sotto controllo, nessuna persona è rimasta , per fortuna, coinvolta..

L’uomo , prima di appiccare l’incendio, aveva  anche aggredito alcuni infermieri..

 

 

Nota di Antonio De Luca (M5S): “Gli ospedali siciliani i meno sicuri d’Italia, governo Schifani si muova subito per fermare le aggressioni. Sul tema seduta ad hoc della commissione Salute”.

Quanto accaduto al Papardo di Messina, dove un uomo ha aggredito alcuni operatori sanitari e innescato un incendio, le cui conseguenze stanno mettendo in ginocchio un intero ospedale, è la goccia che fa traboccare il vaso, già colmo, della nostra pazienza: il governo regionale deve prendere atto che gli ospedali siciliani, in fatto di aggressioni, sono i meno sicuri d’Italia, come recita un recentissimo rapporto ministeriale del Sistema informativo per il monitoraggio degli errori in sanità. Si faccia qualcosa e la si faccia subito”.

Lo afferma il capogruppo del M5S all’Ars Antonio De Luca che ieri ha scritto all’assessore Volo per chiedere l’istituzione nell’ospedale messinese di un presidio di sicurezza e oggi ha chiesto al presidente della commissione Salute dell’Ars Giuseppe Laccoto di convocare una seduta ad hoc della commissione da lui presieduta con al centro il tema sicurezza.

“Uno dei primissimi temi che la commissione Salute dovrà affrontare subito dopo la sessione bilancio, alla presenza dei vertici dell’assessorato – afferma De Luca – è certamente quello della sicurezza. Non è più tollerabile che chi opera nella sanità debba farlo in un clima di terrore o quasi e che la sicurezza dei cittadini debba essere messa a rischio dal violento di turno. Gli episodi di violenza negli ospedali ormai rischiano di non fare più notizia, tanto sono frequenti. É ora di dire basta. Da tempo denunciamo, assieme a tanti operatori sanitari siciliani, le frequenti aggressioni negli ospedali e sollecitiamo interventi, ma la nostra, come quella dei sanitari, finora è sempre stata una voce che grida nel deserto”.

Aggiornamento

Fermato un giovane tossicodipendente responsabile del grave incendio all’Ospedale Papardo

E’ un giovane tossicodipendente, fermato dai carabinieri, il responsabile del grave incendio di ieri pomeriggio all’ospedale «Papardo» di Messina che ha causato fumo e terrore tra i pazienti di alcuni reparti. Secondo una ricostruzione dei militari dell’Arma, l’indagato avrebbe chiesto una dose di droga ai medici del nosocomio e al loro rifiuto li avrebbe aggrediti. Poi si sarebbe allontanato e avrebbe appiccato il fuoco a dei sacchetti di spazzatura all’interno dell’ospedale, le fiamme poi si sono  rapidamente propagate al montacarichi dell’ospedale.

 

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LEGGI ANCHE

Cronaca

Arrestato, in flagranza di reato, un 45enne messinese, già noto alle forze dell’ordine

Advertisement