Cerca articoli o argomenti

Attualità

Lavoro, la Fisascat Cisl Messina sigla con i Comuni della zona ionica Costa del Sole e le associazioni datoriali un Patto D’Area

Per la crescita dell’occupazione legale in un’ottica di destagionalizzazione del territorio

*

 

Taormina, 26 maggio 2024–Supportare e promuovere l’immagine delle aziende del settore terziario, turismo e servizi, incentivando la crescita dell’occupazione legale in un’ottica di destagionalizzazione – al fine di evitare condizioni di concorrenza sleale tra le imprese e il dumping contrattuale -ela promozione delle azioni paritetiche che consentano il reinserimento occupazionale di almeno il 60% lavoratori fuoriusciti dal mercato.

E’questo il focus del “Patto D’Area del Lavoro dei Comuni della zona ionica Costa del Sole della provincia di Messina per i settori del Terziario, Turismo e Servizi” siglato dalla Fisascat Cisl di Messina con i sindaci dei comuni di Taormina, Giardini Naxos, Letojanni, Castelmola, Ali Terme, Forza D’Agrò, Furci Siculo, Nizza di Sicilia, Roccalumera, Sant’Alessio Siculo e Santa Teresa di Riva, insieme alle principali associazioni datoriali della Provincia di Messina.

Il Patto, sottoscritto nella splendida cornice del Comune di Taormina, si propone di valorizzare e promuovere il ruolo delle imprese di piccole, medie e grandi dimensioni, con particolare riferimentoalle micro-imprese che rappresentano un pilastro fondamentale per lo sviluppo economico e sociale del territorio. La zona jonica della Provincia di Messina, nota per la sua vocazione turistica, è stata scelta come fulcro di questo importante accordo grazie alla sua lunga tradizione di accoglienza e alla varietà del suo patrimonio naturalistico e culturale.

Tra i punti chiave del Patto D’Area: valorizzazione delle imprese, con la promozione del pluralismo e dell’equilibrio tra le diverse tipologie di attività imprenditoriali, con un’attenzione particolare alle imprese più piccole; sviluppo dei servizi di prossimità, attraverso il potenziamento dei servizi di pubblica utilità, le infrastrutture fisiche e digitali, con particolare attenzione alla transizione digitale e alla tutela del cittadino e del consumatore; tutela dell’ambiente, salvaguardandol’ambiente naturale e antropico in linea con gli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile e promozione del turismo naturalistico, artistico e balneare; salvaguardia delle professionalità, evitando l’impoverimento professionale e culturale attraverso la promozione della formazione e la tutela delle professioni storiche; cultura della sicurezza, attraverso la promozione della cultura della sicurezza sui luoghi di lavoro come valore primario e collettivo. Non solo. Tra i punti cardine del Patto d’Area anche l’applicazione integrale dei contratti collettivi nazionali di lavoro e di secondo livello vigenti del settore (argomento che sarà anche oggetto di confronto periodico con gli Enti preposti alla vigilanza in materia di lavoro e di tutela della salute e sicurezza dei lavoratori), anche in caso di appalto di servizi, e ilcontrasto alla discriminazione attraversola promozione della parità di trattamento e delle politiche di integrazione, rimuovendo gli ostacoli che producono situazioni di svantaggio.

Le amministrazioni comunali e datoriali e la Fisascat Cisl si impegnanoa monitorare l’andamento dell’occupazione e a trovare soluzioni per mantenere e aumentare la forza lavoro sul territorio. I Comuni predisporranno inoltreagevolazioni e sgravi fiscali per le aziende in regola con il pagamento dei tributi locali che rispettano gli accordi e i contratti sottoscritti e che non utilizzeranno personale in distacco o in somministrazione in misura superiore a quanto previsto dalle norme vigenti.Per poter usufruire di agevolazioni sulle imposte le attività commerciali e turistiche dovranno essere aperte al pubblico almeno 10 mesi; le attività che non garantiranno almeno 8 mesi continuativi di lavoro non avranno diritto ad incentivi e sgravi sui tributi né a legislazioni di favore.

Le parti attueranno tutte le iniziative utili e necessarie per destagionalizzare i settori produttivi oggetto del Patto e incrementare il periodo di attività delle strutture ricettive e commerciali e la durata dei contratti di lavoro. Nei periodi di bassa stagione le Amministrazioni comunali si impegnano ad inserire anche nel Piano Strategico di Sviluppo agevolazioni a favore dei lavoratori pendolari nei mesi di novembre -marzo attraverso tariffe ridotte nei parcheggi comunali previa presentazione del contratto di lavoro. Quota parte dell’imposta di soggiorno verrà inoltre destinata al marketing e alla promozione turistica nei periodi di bassa stagione con l’obiettivo di sostenere l’economia cittadina.

Con l’accordo viene istituito anche un tavolo permanente di concertazione tra le parti per la disamina delle problematiche, nonché per la predisposizione del regolamento di attuazione e di eventuali variazioni e integrazioni da intraprendere.

Il Patto d’Area, che costituisce integrazione contrattuale da valere a norma di legge, entra in vigore il 1° aprile 2024 e sarà valido fino al 31 dicembre 2028, continuando a produrre effetti fino alla stipula dell’accordo di rinnovo. L’intesa sarà deposita presso il Cnel, la direzione provinciale dell’Itl di Messina, del Sulp e degli istituti provinciali Inps e Inail, nonché presso la Regione Sicilia, la Provincia e i Comuni interessati.

 

Soddisfazione in casa sindacale. «Con questo Patto – hanno dichiarato Maria Manna, segretario generaledella Fisascat Cisl Messina insieme a Pancrazio Di Leo e Salvatore D’Agostino della segreteria territoriale – si conferma l’impegno di tutte le parti coinvolte a lavorare congiuntamente per un futuro di crescita e sviluppo sostenibile per la zona jonica della Provincia di Messina con una platea di oltre 15mila lavoratrici e lavoratori interessati dalle previsioni dell’intesa, che potranno beneficiare dell’allungamento della stagione e dei periodi lavorati, superando così l’impasse generata dalla Naspi introdotta nel 2015».«Il nostro auspicio – concludono – è che la Regione e le istituzioni locali – investano nella promozione degli eventi oltre la stagione estiva, supportando in questo modo l’applicazione di questo importante accordo».

 

 

 

 

 

 

 

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LEGGI ANCHE

Attualità

La discussione su vari temi di interesse sociale, focalizzandosi su alcuni dei progetti distrettuali del Rotary per quest'anno

Cronaca

Nel pomeriggio di ieri, presso il ristorante pizzeria “Il Siciliano” di Messina

Sport

Un’iniziativa attraverso la quale Conad, insieme ai propri clienti, incentiva lo sport con un contributo concreto alle Associazioni o Società Sportive Dilettantistiche del territorio

Advertisement

Copyright © 2024 | Testata giornalistica on-line d'informazione | Registrazione Tribunale di Messina n.12/2002 | P.I. IT02680760838 | Direttore Editoriale: Lillo Zaffino | Direttore Responsabile: Dario Buonfiglio