il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita ovunque tu sia.

La società sportiva concessionaria risulta morosa

Impianto sportivo Cappuccini, sulla gestione la precisazione dell´Amministrazione

Stampa
In riferimento alla nota stampa dello scorso lunedì 24, da parte del presidente della ASD Waterpolo Felice Genovese, relativa al sopralluogo effettuato dal sindaco Cateno De Luca all’impianto sportivo Cappuccini, insieme all’assessore allo Sport Giuseppe Scattareggia ed al funzionario del dipartimento Manutenzioni Immobili Comunali e Impianti Sportivi Orazio Scandura, a seguito del crollo del tetto di copertura dovuto al cedimento di una trave lamellare, l’Amministrazione comunale nel contestare integralmente il contenuto precisa che: 
Dopo esserci insediati come Assessori della Giunta municipale della Città di Messina, venivamo a conoscenza della strana circostanza che il dott. Genovese, che fino ad allora avevamo conosciuto come presidente del Collegio dei revisori dei conti dell’ATM, era anche il presidente della ASD Waterpolo che gestiva l’impianto natatorio Cappuccini e che aveva accumulato un’ingente morosità. Occorre premettere che il rapporto tra il Comune e la ASD Waterpolo è iniziato nel lontano 2012, quando la società a seguito di gara ad evidenza pubblica, si aggiudicò la concessione per la gestione della piscina comunale Cappuccini della durata di sette anni. Fin da subito la ASD si rendeva inadempiente ai propri obblighi accampando pretestuose doglianze sulla inadeguatezza dell’impianto. La società non paga i canoni da gennaio 2019. Acquisita la prova delle gravi inadempienze della ASD Waterpolo si conferma la volontà dell’Amministrazione comunale di revocare ogni delibera avente ad oggetto l’affidamento della gestione ed il successivo accordo transattivo, avendo già dato mandato agli uffici di predisporre relativa delibera. Al contempo si preannuncia che di tutti i precedenti atti di gestione verrà trasmessa copia alla Corte dei Conti per l’accertamento delle evidenti responsabilità contabili. Si chiarisce infine – conclude il documento – che le foto in occasione del sopralluogo sono state fatte da un fotoreporter e da un giornalista non appartenente allo staff del Sindaco, contrariamente a quanto falsamente affermato dal dott. Genovese”.
mercoledì 26 giugno 2019


    Vai a pagina
    segui il meteo