il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita e onesta

Dopo lo stop imposto dal Tar, la Regione Siciliana ha sei mesi di tempo per adottarne uno nuovo. L’eurodeputato: “Salvaguardare i livelli di tutela del territorio”

Corrao (M5S): “Il Piano paesaggistico di Messina va ripresentato subito, senza modificare i vincoli”

Stampa
 Dopo l’annullamento da parte del Tar del Piano paesaggistico dell’Ambito 9, che interessa 68 comuni nel Messinese, a causa di un vizio procedurale, l’eurodeputato Ignazio Corrao chiede che “lo strumento di tutela del territorio venga ripresentato con la massima urgenza e nel rispetto della legge, senza che i vincoli esistenti vengano modificati”
La versione adottata nel 2009 - dice Corrao - ed approvata definitivamente nel 2017 è stata varata con decreto a firma del dirigente generale e non dell’assessore. Per questo i giudici amministrativi hanno annullato il Piano che tuttavia resta ancora pienamente vigente, e concesso 180 giorni alla Regione per presentarne uno nuovo rispettando l’iter procedurale. Lo si ripresenti al più presto, quindi, e che a nessuno venga in mente di ‘ritoccarlo’ cambiando le prescrizioni esistenti per abbassare i livelli di tutela del territorio. L’attenzione deve restare alta, a garanzia dei cittadini messinesi e contro nuove minacce di inquinamento ambientale in aree già fortemente provate”.
mercoledì 22 maggio 2019


    Vai a pagina
    segui il meteo