il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita ovunque tu sia.

Il gruppo, che è espressione del Partito Democratico, esprime valutazione su ogni singolo atto che provenga dall’Amministrazione

Navarra e De Domenico chiariscono la posizione di “LiberaMe” rispetto all’Amministrazione De Luca

Stampa
A seguire il documento firmato dagli onorevoli Pietro Navarra e Francesco De Domenico del Pd:
Riteniamo utile intervenire nel dibattito sull’asserita collocazione del gruppo “LiberaMe” in un’ipotetica compagine di maggioranza a sostegno dell’Amministrazione De Luca, sviluppatosi in questi giorni all’interno del Centrosinistra. “LiberaMe” ha più volte pubblicamente reso nota la propria posizione rispetto all’Amministrazione De Luca: preso atto del risultato elettorale dello scorso giugno il gruppo, che è espressione del Partito Democratico, manifesta posizioni politiche che sono di valutazione su ogni singolo atto che provenga dall’Amministrazione, emendandolo o modificandolo nei termini ritenuti necessari per rendere un servizio alla Città. Votare atto per atto non significa far parte di una maggioranza, semmai esercitare un ruolo di controllo e indirizzo responsabile, avendo a cuore esclusivamente gli interessi della Città. Questo è il solo modo di intendere un’opposizione costruttiva, concreta e non parolaia o sfascista – come invece qualcuno evidentemente vorrebbe –, che non trascura gli effetti di decisioni spesso pilatesche sulla pelle dei cittadini. Un esempio tra i tanti di tale atteggiamento è quello offerto dalle votazioni sui bilanci comunali. Con grande senso di responsabilità, il gruppo di “LiberaMe”, dopo attenta analisi, ha votato il bilancio consuntivo 2017 e si accinge a valutare, con la medesima attenzione, il bilancio previsionale 2019, mettendo al primo posto nelle valutazioni l'esigenza di assicurare un percorso di stabilizzazione delle decine di lavoratori precari, nel rispetto degli stringenti termini fissati dalla normativa. Sarebbe forse questo il segno di un “far parte” di una maggioranza? O forse si dovrebbe seguire l’esempio di quei Consiglieri che, pur dichiarando in aula tutta la loro volontà di preservare i lavoratori e di difenderli, non sono consequenziali, lasciando ad altri “stupidi” – come proprio i consiglieri di “LiberaMe” – l’onere di votarli. Per quanto riguarda la proposta di delibera sulle partecipate, inoltre, solo il puntuale intervento di "LiberaMe" ha permesso di rilevarne l'illegittimità, poi asseverata dalla Segretaria comunale, e ha posto al riparo da responsabilità amministrative tutto il Consiglio comunale. Sfidiamo chiunque a sostenere che evitare l’illegittimità degli atti amministrativi sia un compito proprio di questa o quella maggioranza. è semplicemente un comportamento responsabile, nel rispetto del Consiglio, dell’Amministrazione e, soprattutto, della legge. Tutto il resto sono discorsi da bar vuoti e inconcludenti. Non è possibile dare alla Città un’immagine così distorta e falsata della realtà politica del Consiglio Comunale. Evidentemente, a qualcuno dei Consiglieri interessa ritrarre le cose come non sono, al solo fine di poter lucrare un effimero consenso. è opportuno, pertanto, che tutti abbassino i toni, ricordando come il Partito Democratico sia patrimonio comune di tutti, che va preservato dalle posizioni strumentali.
giovedì 21 febbraio 2019


    Vai a pagina
    segui il meteo
    mar 21
    23°-11°
    mer 22
    22°-12°
    gio 23
    22°-12°
    ven 24
    24°-13°
    sab 25
    22°-15°