il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita ovunque tu sia.

“Dal prossimo lunedì metterò in ferie forzate oltre 700 Dipendenti fino a quando non sarà risolto il problema”

Città Metropolitana, dal 1 marzo, De Luca intende chiudere gli Uffici e barricarsi nel Palazzo

Stampa
Non è bastato il voto positivo della Camera dei Deputati sull’ordine del giorno presentato dall’on. Matilde Siracusano per salvare dal dissesto finanziario le ex province siciliane, il sindaco metropolitano di Messina “non molla e non indietreggia”, anzi sta organizzando una manifestazione eclatante di protesta, in sintonia con il suo stile. 
Il programma lo preannuncia, come al solito, con un post sulla pagina Fb: 
Dal prossimo lunedì metterò in ferie forzate oltre 700 Dipendenti fino a quando non sarà risolto il problema ! L’ 1 marzo, se perdurerà questa istituzionale presa in giro, si terrà un corteo di protesta di tutti i sindaci dei comuni di Messina e consegnerò nella mani di Sua Eccellenza il Prefetto la fascia di Sindaco della Città Metropolitana previa ordinanza di chiusura di tutti gli uffici barricandomi subito dopo nella mia stanza di ex sindaco metropolitano e dando inizio ad uno sciopero della fame dedicato al vergognoso e volgare modo di gestione delle autonomie locali conclamato dal governo regionale e nazionale. Per il totale disinteresse della politica nazionale la città metropolitana di Messina rischia di perdere oltre 350 milioni di euro per scuole - strade - ponti - svincoli ed altre opere strategiche. Ora è giunto il momento di risolvere definitivamente la questione !
giovedì 7 febbraio 2019


    Vai a pagina
    segui il meteo
    ven 26
    24°-13°
    sab 27
    22°-15°