il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita ovunque tu sia.

Una raccolta di proposte di legge. La Sicilia, nonostante tutto, è in prima linea

Rifiuti, decennale della SERR, mozione presentata dalla messinese ing. Linda Schipani

Stampa
Si è tenuto il 5 dicembre, nell’Auditorium del Ministero dell’Ambiente, a Roma, un evento importante nel campo della sostenibilità ambientale, il decennale della SERR, Settimana Europea per la Riduzione dei rifiuti, che ha avvicinato gli esempi virtuosi portati da comuni, imprese, istituzioni e liberi cittadini alla politica nazionale.L’evento, moderato da Roberto Cavallo, è stato reso possibile grazie alla sinergia con CONAI, COMIECO, RICREA, COREPLA e COREVE ed è stato patrocinato da UNESCO, Ministero dell’Ambiente, le città di Roma e di Torino, ANCI, AICA, Utilitalia e dalla Regione Sicilia, presente con il Dirigente Generale Dipartimento Acque e Rifiuti, Salvo Cocina.
Presenti i ministri dell’Ambiente che si sono avvicendati negli ultimi dieci anni, c'erano Alfonso Pecoraro Scanio, Stefania Prestigiacomo, Corrado Clini, Andrea Orlando, Altero Matteoli, nel ricordo portato dalla figlia ed insieme a loro, l’attuale ministro Sergio Costa
A lui, Emanuela Rosio, presidente AICA, ha consegnato una pubblicazione contenente le proposte di legge degli “action developer”, quei soggetti che agiscono per portare avanti buone pratiche verso la salvaguardia dell’ambiente e la incessante produzione di rifiuti.Un intenso susseguirsi di testimonianze portate da realtà che danno un contributo tangibile all’esigenza globale di sviluppo sostenibile, in un contesto sociale ancora oggi ignaro e indifferente al danno che sta arrecando all’ambiente e alle generazioni future.
Tutta l’Italia era presente e la Sicilia aveva la più alta rappresentanza di Comuni, c’erano: Catania, Augusta, Siracusa, Palermo ed anche Messina con la mozione presentata dall'ing. Linda Schipani
La proposta della Schipani, artista oltre che ingegnere per l’ambiente e il territorio, mira a portare arte e design nelle aziende per trasformare i potenziali rifiuti in materia prima da impiegare in nuovi cicli produttivi. Nuovi eco-prodotti e nuovi processi più sostenibili, innescati dalla creatività e contraddistinti da un nuovo marchio d’impresa fondato sui principi, oggi cardine, dell’economia circolare. Un modo per contraddistinguere imprese più sostenibili, sempre più creative, aperte all’innovazione, alla bellezza e attente alla mitigazione dei propri impatti ambientali. Potrebbe essere questo il risultato che una simile proposta rischia di ottenere.
Nella foto la Shipani con il ministro Costa
sabato 8 dicembre 2018


    Vai a pagina
    segui il meteo
    mar 18
    16°-11°
    mer 19
    16°-11°
    gio 20
    18°-12°
    ven 21
    15°-10°
    sab 22
    22°-15°
    dom 23
    16°-11°