il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita e onesta

Grazie allo sport contribuì a cambiare la storia del Paese

Andrea Argento: «Una via di Messina in memoria del ciclista Giovannino Corrieri

Stampa
 Intitolare una via di Messina a uno dei più grandi sportivi della città, che contribuì a scrivere una delle imprese sportive italiane più significative della storia. A lanciare la proposta è il capogruppo del M5s Andrea Argento, primo firmatario di una proposta di delibera per onorare le memoria di Giovanni Corrieri, ciclista messinese nato a Tremestieri il 7 febbraio del 1920, quasi un secolo fa.
«A Messina, in base a quanto riferito in Aula dall’assessore Enzo Trimarchi, ci sono 1600 strade prive di denominazione, a fronte di tantissimi nostri illustri concittadini troppo spesso dimenticati. Uno fra questi è sicuramente Giovannino Corrieri, gregario di Gino Bartali che fu decisivo per la vittoria finale del campione toscano al Tour de France del 1948. Un trionfo epocale avvenuto in un momento critico dal punto di vista politico e sociale, con la popolazione in rivolta dopo l'attentato a Palmiro Togliatti e lo spettro di una guerra civile»«L’allora Presidente del Consiglio Alcide De Gasperi - racconta Argento - telefonò a Gino Bartali chiedendogli espressamente di vincere quell'edizione del Tour de France, “per il bene del Paese”, come disse l’allora primo ministro. Bartali, con l'aiuto degli altri Azzurri, tra cui Corrieri, recuperò minuti su minuti, trionfando alla fine di quel Tour de France. A Parigi, nella tappa conclusiva, con arrivo ai Campi Elisi, vinse proprio Giovannino Corrieri, accolto al suo ritorno in patria come un vero e proprio eroe insieme ai suoi compagni di nazionale, che con le loro gesta sportive contribuirono a cambiare la storia del Paese».«Da parte dell'Amministrazione - conclude Argento - l'intitolazione di una via nel suo quartiere natio, a Tremestieri, nel centenario della nascita, sarebbe un doveroso riconoscimento verso un cittadino illustre, che ha fatto conoscere Messina nel mondo e che può e deve rappresentare un esempio di correttezza, abnegazione e spirito di sacrificio per tutti i giovani sportivi della città».
venerdì 22 novembre 2019


    Vai a pagina
    segui il meteo