il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita ovunque tu sia.

Le attività di indagine svolte dalla Polizia, coordinate dalla Procura della Repubblica di Messina

La Polizia arresta cinquantasettenne per danneggiamento e e un quarantenne per stalking

Stampa
La Polizia di Stato arresta cinquantasettenne per danneggiamento aggravato.
Voleva sfondare il portone di casa della ex compagna.Nei giorni scorsi, i poliziotti della Squadra Volanti, sono intervenuti in una zona rionale diMessina, a seguito della richiesta di una donna, la quale riferiva che l’ex compagno lastava inseguendo e minacciando.
Immediatamente giunti sul posto, gli agenti hanno subito notato un uomo molto agitato eaffannato con una vistosa ferita a una mano, lo hanno prontamente fermato ed identificato,poi hanno ricostruito quanto accaduto. In particolare, poco prima, la donna, mentrerincasava, aveva incrociato il suo ex compagno, il quale, vedendola in compagnia di unamico, aveva perso il controllo di sé e aveva iniziato ad inseguirla minacciandola einsultandola, lanciandole contro, inoltre, un casco da motociclista, fortunatamente senzariuscire a colpirla.La vittima, terrorizzata, temendo per la propria incolumità, era riuscita a sfuggire al suoaggressore rifugiandosi nell’androne dello stabile in cui vive. Il cinquantasettenne,successivamente, nel tentativo di raggiungerla sferrava un violentissimo pugno al portoned’ingresso, infrangendone il vetro.
L’uomo, con numerosi pregiudizi di polizia, è stato quindi arrestato per il reato didanneggiamento aggravato e, su disposizione dell’A.G., sottoposto al regime degli arresti domiciliari in attesa di rito direttissimo.
Ancora un caso di stalking. 
La Polizia di Stato esegue misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di un quarantenne.Qualche giorno fa, i poliziotti delle Volanti hanno eseguito la misura cautelare degli arrestidomiciliari, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Messina, acarico di un uomo di 40 anni, resosi responsabile del reato di stalking in danno dell’exfidanzata. La misura è stata eseguita a fronte delle querele sporte dalla vittima, che hannotrovato riscontro negli accertamenti svolti dai poliziotti.L’uomo, che è stato per qualche mese legato alla vittima da una relazione sentimentale,pare non abbia mai accettato l’interruzione della stessa. Da quel momento, infatti, èiniziata una vera e propria persecuzione ai danni della donna.Continui i messaggi, le chiamate, anche in orario notturno, gli appostamenti sotto casa enei pressi del posto di lavoro, i pedinamenti in strada al fine di indurla a riprendere larelazione.Una escalation di comportamenti persecutori che, col passare del tempo, hannoingenerato nella vittima uno stato d’ansia e di disagio tali da modificarne le abitudini di vita,privandosi talvolta di uscire di casa per timore di essere pedinata. Inoltre, le condottepersecutorie hanno allarmato anche i familiari della donna che, in più occasioni, sonoaccorsi in suo aiuto.Le condotte moleste non si sono fermate nemmeno dopo la notifica allo stalkerdell’ammonimento da parte del Questore di Messina del 16 luglio scorso.Le attività di indagine svolte dalla Polizia, coordinate dalla Procura della Repubblica diMessina, si sono concluse con l’emissione del provvedimento della misura cautelare degliarresti domiciliari.
venerdì 23 agosto 2019


    Vai a pagina
    segui il meteo