il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita ovunque tu sia.

L'obiettivo è quello di dare alla comunità un luogo che ritrovi lo spirito di aggregazione

Giannetto e Argento del M5S chiedono una zona pedonale permanente nel cuore commerciale della città

Stampa
Settimana scorsa, la vice presidente Serena Giannetto e il capo gruppo Andrea Argento del M5S, hanno presentato un’interrogazione all'amministrazione inerente la zona pedonale e l'utilizzo della ZTL.Crediamo, infatti, che la nostra comunità abbia il diritto di usufruire di una zona pedonale permanente nel cuore commerciale della città, prendendo come esempio il modello di concezione europea in cui le aree più densamente popolate di una città devono essere sottratte all'inquinamento atmosferico, a quello acustico e ad una viabilità priva di regole.
è soprattutto la storia a sottolineare l’importanza di questa “esigenza”. 
Una storia, quella delle pedonalizzazioni urbane, che ha origine all’inizio del 1900, cito tra tutti l’esempio di Essen e a seguire quella di Rotterdam.Consapevoli che chiudere determinate zone al traffico non sia un’operazione semplice, per molti motivi, lo reputiamo necessario. Il successo di una zona pedonale dipende da vari fattori: la zona pedonale deve essere raggiungibile in modo semplice e alternativo; deve essere dotata di elementi di attrazione che suscitino l’interesse dei pedoni e li spingano a visitarla con qualunque condizione climatica; deve essere dotata di aree con adeguata illuminazione, di aree di sosta, di aree dedicate al relax (panchine, fontane, ecc) e di aree naturalmente sicure.In poche parole vivibile.Se ad oggi un’iniziativa come questa non ha trovato adeguato successo è stato sia per il mancato coinvolgimento della società civile in tutti i suoi aspetti” sia per l’assenza di una visione di lungo periodo ne ha decretato il fallimento.Abbiamo interpellato l’amministrazione in merito a questa proposta e abbiamo chiesto se sia possibile aprire un confronto, anche con le parti interessate, per dare ai cittadini la possibilità di esprimersi in un luogo di incontro. Non vogliamo aprire un dibattito su quale sito sia migliore tra via dei mille e viale san martino, in quanto l’uno non escluderebbe l’altro,ma ci piacerebbe che tutti insieme trovassimo delle soluzioni.L'obiettivo è quello di dare alla comunità un luogo che ritrovi lo spirito di aggregazione e che dia, anche, la possibilità al privato di pianificare le proprie scelte sia come cittadino che come imprenditore.
giovedì 18 ottobre 2018


    Vai a pagina
    segui il meteo
    sab 17
    22°-15°