il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita e onesta

Iniziativa promossa da Caritas diocesana in preparazione alla Giornata mondiale dei Poveri 2019

Mettiamoci in gioco: quando l’azzardo diventa dipendenza

Stampa
Il gioco d’azzardo è una piaga spesso silenziosa ma la cui diffusione ha assunto proporzioni preoccupanti. E’ un fenomeno sociale che coinvolge uomini, donne e ultimamente tanti giovani. Un fenomeno in crescente aumento anche a Messina come si evince dagli ultimi dati (fonte Commissione nazionale antimafia), secondo i quali nel primo semestre del 2018 sono stati spesi per il gioco 216 milioni di euro. Numeri che celano storie, voci, sofferenze che hanno bisogno di essere ascoltate, aiutate. 
Così nasce il volume “Mettersi in gioco? L’azzardo dalle storie di dipendenza alle strategie per combatterlo”, scritto da don Armando Zappolini, portavoce della campagna contro l’azzardo “Mettiamoci in gioco”, nata nel 2012 con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione e le istituzioni sulle reali caratteristiche del gioco d’azzardo, e la giornalista Mimma Scigliano. Un libro che vuole informare tutti, aiutare chi è caduto in questa spirale, e i suoi familiari. Il filo narrativo è rappresentato dalle testimonianze di giocatori patologici, in percorso di recupero presso la Comunità residenziale di Festà, in provincia di Modena. 
E proprio le facce di ciò che può diventare dipendenza, soprattutto quando diventa difficile segnare il limite tra gioco legale e gioco illegale, è stato al centro dell’incontro promosso da Caritas diocesana e inserito all’interno del ricco programma di iniziative per la terza Giornata mondiale dei Poveri 2019. Ad introdurre i lavori il direttore della Caritas diocesana padre Nino Basile, seguito dall’intervento di Don Armando Zappolini, Mimma Scigliano e del psichiatra e psicoterapeuta Roberto Motta, che si è soffermato sulle cause ed effetti del rapporto tra dipendenze e salute mentale. 
Don Armando Zappolini ha messo in evidenza come uno dei punti principali sui quali puntare è il divieto di farne pubblicità. Un traguardo non facile da raggiungere: troppi infatti sono gli interessi economici in campo per il governo che mette in tasca circa 10 miliardi l’anno grazie all’azzardo.
Prossimi eventi in programma: 
Giovedì 14 novembre alle 18:30 Veglia serale “La speranza dei poveri non sarà mai delusa” a cura del Coordinamento Servizio Strada presso la Cappella della Caritas diocesana in Via Emilia, 19; 
Venerdì 15 novembre alle 17:30 “Una comunità che osserva” presso “La Filanda” in Roccalumera, con il gratuito patrocinio del Comune di Roccalumera, intervengono: padre Nino BASILE; Mons. Carmelo Lupò, Biblista; Dott. Filippo Santoro, Tesoriere Ordine Professionale degli Assistenti Sociali della Regione Sicilia; 
Sabato 16 novembre conferenza stampa presso il Museo Regionale di Messina per presentare il “Pranzo del 29 dicembre” e l’iniziativa “Biglietto sospeso”; 
Domenica 17 novembre Giornata Mondiale dei Poveri 2019 celebrazione in tutte le Parrocchie e le Comunità; Ore 19.00 presso la Stazione Centrale di Messina “Cena condivisa” a cura del Coordinamento Servizio Strada.
giovedì 14 novembre 2019

Cristina D'Arrigo

    Vai a pagina
    segui il meteo