il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita ovunque tu sia.

Intervista esclusiva a Carlotta Sibilla, protagonista del famosissimo musical “Peter Pan” di Maurizio Colombi

“Solo chi sogna pu˛ volare!”

Stampa
Quando affermiamo che la nostra Messina è terra madre di grandi talenti, abbiamo delle buone ragioni per poterlo fare. In questi ultimi mesi, infatti, abbiamo avuto modo di raccontare e di conoscere le storie di diversi nostri concittadini che hanno, ormai, intrapreso la strada del successo. Oggi è la volta di Carlotta Sibilla, una giovanissima messinese che, dopo essersi trasferita a Milano per inseguire il suo sogno, dopo aver recitato nell’ambito di diversi musical come “Gli Sposi Promessi” o “La Febbre del sabato sera”, ha ottenuto, adesso, un importante riconoscimento professionale. E' Peter Pan nel famosissimo musical di Maurizio Colombi con musiche di Edoardo Bennato
L’abbiamo intervistata per voi, per conoscere meglio le tappe di questo fantastico viaggio professionale che la porta oggi a solcare, quotidianamente, i più grandi palcoscenici d’Italia: 
Quale crede sia stato, nell’ambito della sua carriera, un momento fondamentale e determinante per la riuscita del suo sogno?
Sicuramente il mio trasferimento a Milano grazie ai miei coraggiosi genitori e ai miei generosi nonni! E' stata una scelta giusta e vincente per la mia vita e per il mio sogno. 
In questi anni ha recitato nell’ambito di diversi musical, come “Gli Sposi Promessi”, “La Febbre del sabato sera”. Come ha vissuto queste esperienze? Quanto si sono rivelate importanti per la sua crescita professionale? 
Tutto è importante nella carriera di un artista. Credo, però, che lo studio sia fondamentale! Io continuo a studiare, infatti, come tanti colleghi perché è importante tenere fresca e pulita la tecnica per impegnarsi al meglio, poi, durante un tour o un allestimento… 
Per quanto riguarda i vari spettacoli in cui ho recitato, quello che ricordo di più, in generale, sono i suggerimenti dei registi, i viaggi, i palchi, le esperienze che si fanno con gli amici /colleghi on stage e fuori! Per il resto, ovviamente, ogni spettacolo ti lascia un messaggio che ti porti con te! 
Andiamo ad oggi. Il suo 2019 si è aperto con un annuncio importante. Da bimbo sperduto a Peter Pan nel famosissimo musical di Maurizio Colombi. Quando e in che modo le è stata data questa notizia? Un ruolo atteso o inaspettato? 
Sognato, direi! è uno dei miei cartoni preferiti ed è una storia pazzesca rappresentata a Broadway e Londra, poi al cinema, serie tv, libri… è nell’immaginario di tutti noi. 
Nel 2016 (per una sostituzione improvvisa) mi ero tanto impegnata e buttata alla scoperta di Peter Pan, ma in pochi giorni mi ero già innamorata. 
La notizia mi è stata data proprio i primi di gennaio ... un buon 2019! 
Cosa prova nel vestire i panni di un personaggio così amato dal grande pubblico come Peter Pan? E' affine al suo modo d’essere? 
Sono molto simile a questo personaggio, sono una sognatrice, sono una “monella”, un’eterna bambina ... e poi è un gran piacere e onore dare voce e vita a un personaggio che è nel cuore di tutti grandi e bambini. In più non dimentichiamo le canzoni del mitico Bennato che sono la perfetta colonna sonora di questa favola! 
Peter Pan contribuirà, notevolmente, alla sua crescita professionale. Ha già qualche progetto per il futuro? 
Per il futuro aspetto ancora un pochino ... vivo questo momento fino in fondo, in ogni istante, perché Peter è davvero uno dei miei sogni che si avvera. 
Ha lasciato giovanissima la sua Messina per inseguire il suo sogno. Se dovesse rivolgersi ai suoi coetanei desiderosi di intraprendere una carriera nel mondo dello spettacolo, cosa direbbe loro? 
In Sicilia ci sono sacco di talenti (alcuni li abbiamo anche nel nostro cast) ma il talento a volte non basta da solo. 
Per la mia esperienza personale ho fatto molti sacrifici per arrivare anche a raggiungere una piccola parte di quello che fa un artista ogni giorno. A chi desidera intraprendere una carriera nel mondo dello spettacolo dico che non basta pensare e sognare ciò che si desidera, bisogna essere coraggiosi, fare le scelte giuste e non dare mai per scontato nulla. Bisogna studiare e impegnarsi, mai accontentarsi e mai darsi per vinti! La mia storia lo dimostra. Pensare che tutto questo mi ha portato sull’isola che non c’è, è meraviglioso e mi ripaga assolutamente di tutti questi anni di duro lavoro!


domenica 10 febbraio 2019

Alessia Vanaria

    Vai a pagina
    segui il meteo