il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita ovunque tu sia.

Il 23 maggio 2019, ore 17.00, presso il “Salone degli Specchi” del Palazzo della Città metropolitana

L’Azione Cattolica Diocesana organizza la “Giornata della Legalità – Ricordare Capaci”

Stampa
Il 23 maggio 2019, ore 17.00, presso il “Salone degli Specchi” del Palazzo della Città metropolitana: Anche quest’anno, com’è tradizione dal 1993, l’Azione Cattolica Diocesana vuole fare memoria ed il 23 maggio, alle ore 17.00, avrà luogo la “Giornata della Legalità – Ricordare Capaci”, presso il Salone degli Specchi del Palazzo della Città metropolitana; questo incontro - dal titolo "LEGALITà E BENE COMUNE: QUANDO SI è LIBERI DI SCEGLIERE" - è organizzato in collaborazione con l’Ufficio Diocesano per i Problemi Sociali e il Lavoro, Comitato Addiopizzo Messina Onlus, Libera a Messina “Presidio Nino e Ida Agostino”, Msac, e si inserisce nell’ambito del Progetto Legalità e Bene comune, al culmine di un percorso che l’Azione Cattolica ha svolto insieme a Libera, Addiopizzo e Msac e con il quale sono stati coinvolti gli studenti dell’Istituto di Istruzione Superiore “La Farina-Basile” di Messina. 
Dopo i saluti iniziali da parte della Prof.ssa Barbara Orecchio (Presidente dell’AC diocesana), interveranno Maria Baronello (Funzionario di Servizio Sociale del Dipartimento Giustizia Minorile), Enrico Interdonato (psicologo), Enrico Pistorino (Comitato AddioPizzo Messina onlus), Salvatore Rizzo (Presidio “Nino e Ida Agostino” – Libera a Messina). 
Nella II parte dell’incontro si prevede anche l'intervento degli studenti del Liceo "La Farina" coinvolti nel Progetto "Legalità e Bene Comune". 23 maggio 2019, ore 19.00, “SLOTMOB” presso il bar “presso bar Aiello” (Viale Boccetta 40, Messina). Dopo la conclusione dei lavori, al Salone degli Specchi (v. sopra), vi sarà uno “Slotmob”, organizzato dal Movimento dei Focolari in collaborazione con l’Ufficio Diocesano per i Problemi Sociali e il Lavoro, presso il bar “Aiello” (Viale Boccetta 40, Messina. Per Messina si tratta del quarto “Slot Mob” organizzato sui numerosi svolti ad oggi in tutta Italia dal Movimento SLOTMOB che si muove a livello locale e nazionale. Lo Slot Mob prevede la consegna di una targa premio ai gestori del bar che hanno fatto la scelta etica di eliminare le macchinette slot che tanti danni procurano attraverso il fenomeno della ludopatia oltre agli interessi spesso malavitosi che vengono perseguiti. La sensibilizzazione dei cittadini culmina con l’acquisto di una consumazione nel locale premiato.
Nella foto: Don Sergio Siracusano responsabile dell’Ufficio Diocesano per i Problemi Sociali e il Lavoro
martedì 21 maggio 2019


    Vai a pagina
    segui il meteo