il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita e onesta

La scrittrice siciliana Simonetta Agnello Hornby a Messina per l'evento organizzato da ADSeT

Il ritorno più sensuale de “La Mennulara”

Stampa
A causa di un ritardo di un volo della British Airways, Simonetta Agnello Hornby, si trova bloccata a Fiumicino. In quelle ore, senza libri da leggere, e nulla per potersi distrarre, le passa davanti agli occhi una storia, quella della Mennulara, la raccoglitrice di mandorle. Tornata a casa, inizia a scriverla, e realizza sette copie per gli amici più stretti, una di queste finisce nelle mani di un editor Feltrinelli e da allora diventa una delle scrittrici più amate in tutto il mondo. 
Nel 2002 esce la prima edizione de “La Mennulara”, oggi, diciassette anni dopo torna in libreria con una nuova edizione, arricchita dei “capitoli perduti” a causa del passaggio da un computer ad un altro. 
La sezione che ho aggiunto - racconta Simonetta Agnello Hornby - era racchiusa nel file dedicato al sesso. Siccome scrivevo su un pc, quando sono passata a un Mac, alcuni file sono andati persi, tra cui proprio questo. Quando ho scritto il libro ho pensato che non fosse poi una gran perdita, anche perché non credevo che avrebbe avuto successo. Poi l’editrice francese, mi aveva confessato di aver trovato la seconda parte un po’ stringata. Ovvio che lo era: avevo perso cinque capitoli. Nel frattempo la Mennulara mi ha richiamata a se e ho sentito un senso di dovere nei suoi confronti e così ho deciso di riscrivere quei capitoli che seppur perduti erano rimasti nella memoria”. 
La presentazione del libro a Messina è avvenuta in una gremita sala della Borsa della Camera di Commercio, grazie all’evento organizzato da ADSeT, l’Associazione Dirigenti Scolastici e Territorio, insieme all’Associazione Culturale Liceo Maurolico, alla Scuola Empedocle, all’Associazione Italiana Insegnanti di Geografia e alla Libreria Bonanzinga. Hanno portato i loro saluti il prof. Prof. Angelo Miceli, presidente dell'Associazione Dirigenti Scolastici e Territorio, il Prof. Antonino Grasso, fondatore dell'Associazione Culturale Liceo Maurolico, la Prof.ssa Nancy Messina dell’Associazione Italiana Insegnanti di Geografia e Daniela Bonanzinga, titolare della Libreria Bonanzinga. 
Presente anche una numerosa partecipazione degli studenti della Scuola Empedocle che con la portavoce, la studentessa Irene De Matteis hanno dialogato e posto domande alla scrittrice. Curiosi e affascinati da Simonetta Agnello Hornby che ha raccontato la sua Sicilia in giro per il mondo, il rapporto con i figli, i nuovi progetti e i ricordi della sua città natale e del padre che quando si sposò le disse: “Se devi parlare inglese, mi auguro che tu lo faccia con accento siciliano’. Gli risposi: ‘Papà, come faccio a parlarlo con un altro accento?".
domenica 24 febbraio 2019

Cristina D'Arrigo

    Vai a pagina
    segui il meteo